domenica 22 gennaio | 05:05
pubblicato il 14/feb/2014 12:54

Banche: Abi, al via plafond di 2,5 mld per sostegno a pmi

Banche: Abi, al via plafond di 2,5 mld per sostegno a pmi

(ASCA) - Roma, 14 feb 2014 - L'Associazione bancaria italiana (ABI), la Cassa depositi e prestiti (CDP) e il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) hanno firmato questa mattina la Convenzione diretta a dare attuazione alla ''Nuova Sabatini''. Entrano dunque nel vivo le nuove misure di sostegno agli investimenti delle piccole e medie imprese (PMI). La normativa si rivolge alle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori produttivi che realizzano investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali e attrezzature, hardware, software e tecnologie digitali. Le imprese devono avere sede operativa in Italia, essere iscritte nel Registro delle imprese ed essere in regola con le normative.

Sono stati stanziati da CDP - e saranno distribuiti dalle banche aderenti alla Convenzione sulla base delle richieste delle imprese - 2,5 miliardi di euro. Il plafond potra' essere aumentato con successivi provvedimenti fino a 5 miliardi.

Le banche che aderiscono alla Convenzione ABI-CDP-MISE potranno utilizzare il plafond per finanziamenti fino al 31 dicembre 2016.

Il Ministero dello Sviluppo Economico riconosce alle PMI un contributo che copre parte degli interessi sui finanziamenti bancari per gli investimenti realizzati. Il contributo e' pari all'ammontare degli interessi, calcolati su un piano di ammortamento convenzionale con rate semestrali, al tasso del 2,75% annuo per cinque anni.

Le Pmi, insieme al contributo e al finanziamento, possono anche attingere al ''Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese'' fino all'80% dell'ammontare del finanziamento. Per accedere al contributo occorre avere una delibera di finanziamento bancario o di leasing non superiore a cinque anni di importo tra i 20mila e i 2 milioni di euro. Il finanziamento puo' coprire fino al 100% degli investimenti.

Le domande di finanziamento e di contributo potranno essere presentate alle banche o intermediari finanziari dal 31 marzo 2014. A partire dal 10 marzo saranno disponibili on-line sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico i moduli di domanda.

Le banche aderenti alla Convenzione saranno indicate sul sito dell'ABI www.abi.it http://www.abi.it>, della Cassa depositi e prestiti www.cassaddpp.it http://www.cassaddpp.it> e del Ministero dello Sviluppo Economico www.mise.gov.it http://www.mise.gov.it>.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4