venerdì 24 febbraio | 05:38
pubblicato il 18/feb/2014 12:01

Banca Sella: al via l'Internet banking via Facebook

(ASCA) - Roma, 18 feb 2014 - Gestire il conto corrente e le carte di pagamento via Facebook. Dopo i conti correnti on line e via smartphone, arriva anche in Italia un nuovo modo e un nuovo ''canale'' per avere informazioni e fare operazioni bancarie: la propria pagina Facebook. A lanciare il primo innovativo servizio di questo genere nel nostro paese e' il Gruppo Banca Sella, che ha messo a punto l'applicativo Sella.it per Facebook, attraverso il quale d'ora in poi i clienti possono consultare il saldo, la lista movimenti e - a breve - trasferire denaro direttamente dalla propria pagina sul social network in modo semplice e in piena sicurezza. Per attivare il servizio di internet banking via Facebook, la prima cosa da fare e' entrare nella propria pagina del social network e scaricare l'applicazione ''Home Banking Sella.it'' dall'App center oppure direttamente dalla pagina del Gruppo Banca Sella. Una volta scaricata, l'applicazione comparira' nella colonna di sinistra.

Al primo accesso, l'applicazione chiedera' di inserire - esattamente come quando si accede al proprio internet banking dal sito della banca - il codice cliente, il pin e il codice numerico che compare in quel momento sulla token di sicurezza (o su altri dispositivi di sicurezza in uso da parte dei clienti del Gruppo). Per i successivi accessi sara' necessario digitare solo il pin. L'accesso all'applicazione avviene in totale sicurezza, perche' i dati sono trattati dai sistemi della banca, garantendo un elevato standard di protezione cosi' come avviene per il servizio di internet banking in generale.

Una volta effettuato l'accesso all'applicazione, ventiquattro ore su ventiquattro, in qualsiasi giorno della settimana, sara' possibile consultare tutti i propri conti correnti e tutte le proprie carte di credito, di debito e prepagate collegate al codice cliente.

Attualmente il servizio consente in particolare di consultare il saldo e la lista dei movimenti dell'ultimo anno. Inoltre il servizio permette di fare ricerche sui pagamenti effettuati tramite parole chiave (ad esempio tutti i bonifici che hanno una determinata causale o tutte le spese effettuate presso un determinato negozio).

A breve l'applicazione Sella.it per Facebook dara' anche la possibilita' di fare altre operazioni, come il trasferimento di denaro ai propri ''amici'' di Facebook, anche clienti di altre banche. Per fare l'operazione bastera' digitare il nome dell'amico e selezionare la funzione dedicata. Il beneficiario ricevera' un avviso e a quel punto dovra' solo scaricare l'applicazione e inserire le informazioni necessarie per identificare dove accreditare la somma.

Il Gruppo Banca Sella e' attivo gia' di diverso tempo su Facebook con una propria pagina, per mezzo della quale i clienti possono richiedere informazioni e assistenza, sia tramite messaggi pubblici che privati. Gli esperti della banca forniscono una risposta in tempi brevi. I fan della pagina possono inoltre lasciare un commento, scambiarsi informazioni con gli altri o condividere attraverso la ''Banca delle idee'' suggerimenti e consigli sui prodotti e i servizi.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech