domenica 19 febbraio | 22:31
pubblicato il 17/set/2014 16:40

Banca Mondiale: da epidemia ebola impatto economico catastrofico

Per i tre Paesi piu' colpiti, Liberia, Sierra Leone e Guinea (ASCA) - New York, 17 set 2014 - L'impatto economico dell'epidemia di ebola e' gia' grave, ma "se il virus continuera' a diffondersi nei tre Paesi maggiormente colpiti, Guinea Liberia e Sierra Leone, potra' crescere di otto volte, con effetti potenzialmente catastrofici su Stati gia' fragili". 0, 17 set. () - E' quanto si legge in un rapporto della Banca mondiale, secondo cui senza un intervento il peso sull'economia nel medio termine, ovvero nel 2015, potra' crescere a 809 milioni di dollari, di cui 439 in Sierra Leone, 228 in Liberia e 142 in Guinea. Secondo la Banca mondiale i costi potrebbero essere limitati se "una riposta rapida a livello nazionale e internazionale riuscisse a contenere l'epidemia e a mitigare gli effetti negativi derivati dalla preoccupazione delle persone per il contagio". Il costo primario di questa "tragedia e' la perdita di vite umane", ma "e' chiaro che prima si riuscira' a contenere l'epidemia e a ridurre il livello di paura e incertezza, piu' velocemente si limitera' l'impatto negativo dell'ebola da un punto di vista economico", ha detto il presidente della Banca mondiale Jim Yong Kim.

A24-Ars

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia