martedì 21 febbraio | 23:10
pubblicato il 08/feb/2016 16:40

Banca Etruria, giudici si riservano su istanza fallimento

La decisione entro 20 giorni

Banca Etruria, giudici si riservano su istanza fallimento

Arezzo (askanews) - Il tribunale di Arezzo si è riservato di pronunciarsi sullo stato di insolvenza della vecchia Banca Etruria. I giudici della sezione fallimentare si sono riservati di decidere sia sulla dichiarazione che precluderebbe al fallimento dell'istituto, sia sull'eccezione di incostituzionalità avanzata dai legali dell'ex presidente Lorenzo Rosi.

Intanto non si placa la protesta degli obbligazionisti che chiedono indietro i risparmi di una vita. Hanno fatto sentire la loro voce all'esterno del tribunale aretino, anche perché finora non hanno ottenuto la documentazione necessaria ai ricorsi e promessa dalla dirigenza della nuova Banca Etruria.

Una di loro, Patrizia Benvenuti: "Mio marito deve aver fatto il contratto con dei fantasmi - ha detto - perchè non appare

il nome di nessuno nei documenti"

La decisione dei giudici è attesa entro venti giorni. Il 10 marzo, invece, la prima udienza per il filone dell'ostacolo alla vigilanza.

Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia