domenica 04 dicembre | 15:12
pubblicato il 07/mar/2013 14:43

Azimut: nel 2012 utile netto e dividendo raddoppiati

(ASCA) - Roma, 7 mar - Risultati in forte crescita per Azimut Holding che archivia il 2012 con profitti e cedola raddoppiati. In dettaglio i conti approvati dal cda mostrano un utile netto a 160,6 milioni di euro rispetto agli 80,4 milioni del precedente esercizio e il cda ha deliberato la distribuzione di un dividendo di 0,55 euro per azione rispetto a 0,25 dell'anno scorso.

I ricavi consolidati ammontano a 433 milioni rispetto ai 325 milioni del 2011 e migliora anche la posizione finanziaria che a fine dicembre presenta un saldo positivo di 278,2 milioni, in miglioramento rispetto ai 202,4 milioni del 30 settembre 2012 e i 98,8 milioni del 31 dicembre 2011. Nel 2012 sono stati pagati dividendi per circa 34 milioni, sono state acquistate azioni proprie per circa 2 milioni e, in data 1 luglio 2012, si e' proceduto al rimborso parziale del prestito ''Azimut 2009-2016 subordinato 4%'' per un ammontare pari a 17,7 milioni. ''Il 2012 e' stato un anno particolarmente positivo per Azimut sia in termini borsistici (miglior titolo del FTSE Mib) che di risultati economici con il miglior utile nella nostra storia - commenta Pietro Giuliani, presidente e ceo di Azimut - siamo molto soddisfatti di come abbiamo saputo affrontare mercati volatili e scenari incerti, riuscendo a creare valore per i nostri clienti, azionisti, promotori e private banker. I risultati di bilancio, oltre a confermare la solidita' del nostro Gruppo con un elevato livello patrimoniale, dimostrano l'efficacia della ristrutturazione avviata tre anni fa, la forza del nostro modello basato sull'indipendenza e sull'integrazione di gestione e distribuzione, e la validita' della nostra strategia di internazionalizzazione. Forti di questi risultati eccezionali, comunicheremo la nostra diversita' per la prima volta anche attraverso una campagna pubblicitaria televisiva in onda da domani sera. Proporremo, inoltre, all'Assemblea un dividendo di Euro0,55 per azione come segnale di fiducia rispetto allo stato di crisi generale che grava sul nostro Paese, e nella consapevolezza che il Gruppo dispone di tutte le risorse necessarie per continuare il suo deciso percorso di crescita e sviluppo sia in Italia che all'estero''.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari