lunedì 20 febbraio | 17:10
pubblicato il 19/set/2016 17:08

Aziende Usa hanno parcheggiato all'estero 2.400 miliardi

Con un nuovo presidente, ci potrebbe essere un rimpatrio

Aziende Usa hanno parcheggiato all'estero 2.400 miliardi

New York, 19 set. (askanews) - Le aziende americane hanno parcheggiato all'estero 2.400 miliardi di dollari di utili, che così non vengono tassati dal Fisco Usa. Con l'arrivo di un nuovo presidente americano, quel denaro potrebbe essere rimpatriato. Lo scrive l'Economist ricordando che Donald Trump, il candidato repubblicano alle elezioni di novembre, intende portare al 10% dal 35% l'aliquota imposta sui profitti generati all'estero e trasferiti in Usa dalla Corporate America. La rivale Hillary Clinton sembra intenzionata a fare qualcosa di simile. Il tutto succede mentre Apple sta lottando contro la decisione della Commissione Ue, che ha chiesto al produttore dell'iPhone di versare imposte arretrate in Irlanda per la cifra record di 13 miliardi di euro; secondo Bruxelles, gli accordi fiscali tra Cupertino e Dublino sono illeciti. Soltanto in Irlanda, scrive l'Economist, ci sono 200 miliardi di dollari di utili parcheggiati.

Stando a una tabella elaborata dal settimanale britannico, nel 2015 Apple aveva al di fuori degli Usa 200 miliardi di dollari, in rialzo di 42,3 miliardi sul 2014. Secondo in classifica è il gruppo farmaceutico Pfizer con poco meno di 200 miliardi (+17,8 miliardi). Sul podio c'è anche Microsoft, con poco sopra i 100 miliardi di dollari di utili conservati all'estero lo scorso anno, un aumento di 15,4 miliardi rispetto a 12 mesi prima. Al quarto, quinto e sesto posto ci sono rispettivamente Ibm, Cisco e J&J, con profitti fuori dagli Usa sopra i 50 miliardi di dollari (in rialzo annuale, nell'ordine, di 6,7 miliardi, 5,3 miliardi e 4,6 miliardi). Sotto la soglia dei 50 miliardi di dollari ci sono HP, Chevron, Pepsi, oracle e JPM; anche in questi casi il totale è salito nell'arco di 12 mesi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Consumi
Cresce la fiducia, 1 italiano su 5 pronto a fare acquisti
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia