mercoledì 07 dicembre | 23:09
pubblicato il 10/ott/2013 12:00

Avanti negoziati fisco Italia-Svizzera, ma Berna non dà cifre

Possibile bilaterale Saccomanni e Widmer-Schlumpf a Washington

Avanti negoziati fisco Italia-Svizzera, ma Berna non dà cifre

Roma, 10 ott. (askanews) - I negoziati che proseguono tra Italia e Svizzera, sulla regolarizzazione dei fondi in nero detenuti nella Confederazione da residenti italiani, saranno al centro di una possibile nuova bilaterale tra il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, e la sua omologa elvetica, la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf. Sono entrambi a Washington, alle assemblee autunnali di Fondo monetario internazionale e Banca Mondiale, a margine delle quali si svolge un G20 delle Finanze. E come al G20 finanziario del luglio scorso a Mosca, Saccomanni e Widmer-Schlumpf potrebbero ritrovarsi per un altro faccia a faccia e fare il punto della situazione. "Si deciderà sul posto in base all'agenda", fanno sapere da Berna. Pur mantenendo la piena apertura sulle trattative, la Svizzera però alza un muro quando la questione rischia di essere risucchiata nel dibattito politico che in Italia circonda il Bilancio 2014 e la Legge di Stabilità 2014-2016. Ieri infatti il presidente dei deputati del Pdl Renato Brunetta ha presentato un documento in cui elenca vari provvedimenti suggeriti all'esecutivo per reperire risorse. Tra questi il sopracitato accordo fiscale con la Svizzera, da cui, secondo l'esponente Pdl, sarebbe possibile ottenere 30-40 miliardi una tantum, dalla sanatoria del pregresso, e altri 5-7 miliardi l'anno a regime con la tassazione dei fondi di italiani in Svizzera. Interpellati su questi valori, da Berna replicano: "Cifre non ne abbiamo mai comunicate, e non intendiamo commentare queste", ha detto a TMNews Mario Tuor, capo della comunicazione della segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali. Peraltro anche se un accordo a livello tecnico potrebbe ipoteticamente essere raggiunto prima della fine dell'anno, per diventare operativo andrebbe ratificato dai Parlamenti nazionali. Quindi è impraticabile ipotizzare di ascrivere eventuali entrate supplementari sul bilancio 2014 da questa partita. Ad ogni modo i negoziati tra i due Paesi vanno avanti a livello tecnico, dopo lo stallo che avevano subito con la caduta del governo Monti. Lo scorso 10 luglio era giunto l'annuncio della ripresa degli incontri dopo che nei giorni precedenti era stato lanciato un imprimatur politico dal presidente del Consiglio Enrico Letta. Ora, agenda permettendo, a Washington si potrebbe svolgere una nuova bilaterale dei massimi responsabili economici dei due governi. In ballo con l'Italia c'è innanzitutto la regolarizzazione del "pregresso" su quanto detenuto in nero in banche svizzere da cittadini italiani, che potrebbe venire regolarizzato mediante il pagamento di ammende elaborate in base a calcoli complessi (formula di Rubik). Questo per quanto attiene al passato. Sul futuro poi, in parallelo, si negozia un accordo quadro su fisco e scambio di informazioni. E indirettamente un passo in avanti è stato appena stato compiuto con l'annuncio da parte della Svizzera di voler sottoscrivere la Convenzione multilaterale dell'Ocse e del consiglio d'Europa sugli scambi di informazioni. Infine Berna ha però voluto assieme al tutto il fatto che con l'Italia si negoziasse una revisione del sistema di doppia imposizione dei lavoratori "frontalieri", ovvero gli italiani che ogni giorno vanno a lavorare in Svizzera.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni