sabato 03 dicembre | 07:50
pubblicato il 03/ott/2016 14:30

Autostrade per l'Italia lancia "Piccoli artigiani per un giorno"

Bambini alla riscoperta dei mestieri al museo Explora di Roma

Autostrade per l'Italia lancia "Piccoli artigiani per un giorno"

Roma, (askanews) - Arriva a Roma "Artigiano per un Giorno". Una iniziativa di Autostrade per l'Italia che si propone di far riscoprire a bambini e genitori l'importanza della manualità. Dopo il grande successo dello scorso anno al Muba, il museo dei bambini di Milano, quest anno Autostrade per l'Italia condurrà i più piccoli a Explora, il museo dei bambini della Capitale, in un viaggio affascinante per riscoprire i mestieri della grande tradizione artigianale italiana.

L'iniziativa si svolge nei quattro weekend di ottobre ed è rivolta a bambini da 3 a 11 anni di età, che si trasformeranno, per un giorno, in falegnami, corniciai, sarti o liutai e si divertiranno ad apprendere l'importanza e il valore della manualità.

Artigiani ed esperti del settore faranno scoprire ai più piccoli gli antichi mestieri e il sapere di un tempo in modo giocoso, unendo creatività, tradizione e abilità manuali. Guidati da giovani artigiani che reinterpretano in chiave contemporanea mestieri antichissimi, i piccoli si cimenteranno in laboratori di manualità per carpire i segreti, utilizzare strumenti e materiali e osservare la gestualità e le tecniche che la tradizione ha conservato e portato avanti negli anni. Come spiega il falegname Leo Pallotta: "L'iniziativa è dimostrare ai bambini la realtà dell'artigiano in Italia. Nel mio caso, io sono il falegname: farò dei giocattolini con i bambini. I più piccolini faranno delle trottole, i più grandicelli faranno delle automobiline e dovranno avere la fase di assemblaggio e la fase di personalizzazione dell'oggetto, in quanto poi riterranno più proprio il prodotto della loro realizzazione. Quindi dare questo seme, in cui il bambino capisce che può realizzare quello che vuole, è una risorsa che mi auguro darà i suoi frutti, insomma.

"Sono dei bravi artigiani. Perlomeno c'è la volontà che penso sia la dote principale per essere un buon artigiano: voler risucire a fare qualcosa: Avere un'idea e portarla in pratica e quello ai bambini non manca. La fatansia di poter intepretare l'oggetto. Io nella mia vita personale, tutto questo è un approccio al gioco fondamentalmente, quindi anche questo della falegnameria è un gioco che fortunatamente sono riuscito a trasformare in lavoro, quindi penso sia una prospettiva interessante per chiunque riuscire a fare ciò che gli piace. Poi ognuno deve trovare il parametro di interesse che ha e svilupparlo positivamente".

Ogni fine settimana di ottobre sarà dedicato a un singolo mestiere: il primo a quello del falegname, il secondo al mestiere del corniciao, il terzo alla sartoria e il quarto infine al mestiere di liutaio.

Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari