domenica 22 gennaio | 20:00
pubblicato il 28/dic/2015 16:28

Autobus, 1 su 5 è Euro ma dimezzato fondo per rinnovo parco

Le regioni per effetto della spending hanno rinunciato a 365 mln

Autobus, 1 su 5 è Euro 0 ma dimezzato fondo per rinnovo parco

Roma, 28 dic. (askanews) - Quasi un autobus su cinque per il trasporto pubblico che circola in Italia è ancora Euro 0 ma nelle regioni del Sud sale al 52% e le flotte private presentano numeri peggiori con il 29% del parco Euro 0. Ma le risorse per togliere dalle strade i veicoli più vecchi e inquinanti scarseggiano. La legge di Stabilità per il 2015 aveva stanziato un miliardo di euro per il rinnovo del parco degli autobus dopo un triennio con zero risorse.

La dotazione è scesa poi a 900 milioni di euro e nell'ambito della conferenza Stato regioni per la ripartizione dei fondi per il 2015-2018 è scesa ulteriormente a 535 milioni. Per effetto della spending review le regioni hanno rinunciato a 365 milioni per fronteggiare le esigenze di bilancio. Stesso copione nel 2014 quando le regioni hanno destinato agli obiettivi di finanza regionale 300 milioni di euro stanziati nella legge di Stabilità per il rinnovo del parco.

Rispetto ai 535 milioni, lo stanziamento per il 2015 era di 260 milioni ma per essere spesi sono in attesa del decreto interministeriale che è ancora al vaglio degli uffici legislativi dei ministeri competenti.

La dotazione copre quattro anni, dal 2015 al 2018, finalizzata a ringiovanire un parco che è tra i più vecchi d'Europa con i suoi 12,2 anni. All'Asstra (Associazione delle società di trasporto pubblico) sottolineano che con poco più di mezzo miliardo di euro si finanzia l'acquito di 3.500 autobus, quasi il 10% del parco veicoli adibiti al trasporto pubblico in Italia. Nemmeno sufficienti a toliere dalla circolazione i quasi 9mila autobus Euro 0. Quest'ultimi però non potranno più circolare dal primo gennaio del 2019. Intanto però dal primo gennaio 2016 i veicoli Euro 0 e Euro 1 non godranno più dello sconto di 20 centesimi al litro sull'accise sui carburanti.

Nei mesi scorsi l'associazione dei costruttori Anfia aveva calcolato che l'ipotesi minima per il rinnovo del parco autobus prevede investimenti di 1,87 miliardi di euro tra il 2015 e il 2018 solo per sostituire i veicoli Euro 0. Ma sarebbe urgente anche la sostituzione degli autobus Euro 1 e Euro 2 che nel 2019 avranno un'età media di 19 anni. In Italia solo il 12% degli autobus per il trasporto pubblico ha un'età media inferiore ai quattro anni.

Nei principali paesi europei invece la situazione è decisamente migliore. Rispetto ai 12,2 anni di età media in Italia, in Francia i mezzi pubblici su strada presentano un'età media di 7,9 anni, 9,1 anni in Gran Bretagna e 8,9 anni in Germania.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4