martedì 28 febbraio | 17:45
pubblicato il 28/dic/2015 16:28

Autobus, 1 su 5 è Euro ma dimezzato fondo per rinnovo parco

Le regioni per effetto della spending hanno rinunciato a 365 mln

Autobus, 1 su 5 è Euro 0 ma dimezzato fondo per rinnovo parco

Roma, 28 dic. (askanews) - Quasi un autobus su cinque per il trasporto pubblico che circola in Italia è ancora Euro 0 ma nelle regioni del Sud sale al 52% e le flotte private presentano numeri peggiori con il 29% del parco Euro 0. Ma le risorse per togliere dalle strade i veicoli più vecchi e inquinanti scarseggiano. La legge di Stabilità per il 2015 aveva stanziato un miliardo di euro per il rinnovo del parco degli autobus dopo un triennio con zero risorse.

La dotazione è scesa poi a 900 milioni di euro e nell'ambito della conferenza Stato regioni per la ripartizione dei fondi per il 2015-2018 è scesa ulteriormente a 535 milioni. Per effetto della spending review le regioni hanno rinunciato a 365 milioni per fronteggiare le esigenze di bilancio. Stesso copione nel 2014 quando le regioni hanno destinato agli obiettivi di finanza regionale 300 milioni di euro stanziati nella legge di Stabilità per il rinnovo del parco.

Rispetto ai 535 milioni, lo stanziamento per il 2015 era di 260 milioni ma per essere spesi sono in attesa del decreto interministeriale che è ancora al vaglio degli uffici legislativi dei ministeri competenti.

La dotazione copre quattro anni, dal 2015 al 2018, finalizzata a ringiovanire un parco che è tra i più vecchi d'Europa con i suoi 12,2 anni. All'Asstra (Associazione delle società di trasporto pubblico) sottolineano che con poco più di mezzo miliardo di euro si finanzia l'acquito di 3.500 autobus, quasi il 10% del parco veicoli adibiti al trasporto pubblico in Italia. Nemmeno sufficienti a toliere dalla circolazione i quasi 9mila autobus Euro 0. Quest'ultimi però non potranno più circolare dal primo gennaio del 2019. Intanto però dal primo gennaio 2016 i veicoli Euro 0 e Euro 1 non godranno più dello sconto di 20 centesimi al litro sull'accise sui carburanti.

Nei mesi scorsi l'associazione dei costruttori Anfia aveva calcolato che l'ipotesi minima per il rinnovo del parco autobus prevede investimenti di 1,87 miliardi di euro tra il 2015 e il 2018 solo per sostituire i veicoli Euro 0. Ma sarebbe urgente anche la sostituzione degli autobus Euro 1 e Euro 2 che nel 2019 avranno un'età media di 19 anni. In Italia solo il 12% degli autobus per il trasporto pubblico ha un'età media inferiore ai quattro anni.

Nei principali paesi europei invece la situazione è decisamente migliore. Rispetto ai 12,2 anni di età media in Italia, in Francia i mezzi pubblici su strada presentano un'età media di 7,9 anni, 9,1 anni in Gran Bretagna e 8,9 anni in Germania.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Generali
Generali, Donnet: le prospettive sui conti vanno benissimo
Welfare
Inps: al via nuovo piano assistenza per 30mila non autosufficienti
Inflazione
L'inflazione accelera, a febbraio all'1,5% ai massimi da 4 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech