domenica 04 dicembre | 23:23
pubblicato il 03/feb/2014 18:07

Auto: Unrae, gennaio positivo ma vendute 20 mila unita' in meno

(ASCA) - Roma, 3 feb - Il 2014 dell'auto inizia con un segno positivo, caratterizzato dal confronto con il -17,2% di gennaio 2013 e con un giorno lavorativo in meno, tuttavia conta ancora 20.000 unita' perse rispetto al 2012.

''La politica e' tornata assente sui temi del nostro settore - afferma Massimo Nordio, Presidente dell'UNRAE, l'Associazione delle Case automobilistiche estere - la Consulta Automotive, dopo successivi rinvii, ha di fatto interrotto i lavori previsti per la filiera distributiva e commerciale davanti alle priorita' politiche della riforma della Legge elettorale ed una spending review da rendere piu' incisiva. Tuttavia, si e' trovato il tempo di prorogare al 2016 le politiche fiscali restrittive sulle auto aziendali, in merito alla detraibilita' dell'IVA, che terranno questo comparto lontano dall'Europa ancora tre anni pieni.

In questo quadro il settore auto continuera' ad operare in un contesto di bassa propensione ai consumi, finche' non si determinera' un alleggerimento della pressione fiscale che agisce sul sistema famiglie ed imprese''.

''Rimangono ancora inascoltate da un anno - conclude il Presidente - le proposte UNRAE di deducibilita' per le famiglie dei costi di acquisto e/o manutenzione delle vetture, esattamente come avviene per le abitazioni, nonostante si debba rilevare che la Spagna, un Paese che ha attraversato una crisi anche peggiore di quella italiana, ha rinnovato per la quinta volta il proprio investimento sull'auto per 578 milioni di euro in due anni, ricevendone come benefico ritorno nelle casse dello Stato un maggior gettito generato dall'IVA e dalle tasse di immatricolazione, un incremento del PIL per 2 miliardi di euro ed un incremento dell'occupazione''.

Tornando ai numeri del mercato, come comunicato oggi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il mese di gennaio registra il segno positivo (+3,2%) grazie alle 117.802 auto immatricolate rispetto alle 114.102 di un anno fa. In aumento i volumi destinati al noleggio, che in gennaio segnano un +22,5%, incrementando la propria rappresentativita' di quasi 2,5 punti percentuali, per raggiungere il 15,1% di quota sul totale. Ne consegue una riduzione della rappresentativita' dei privati, che sfiora il 68%, pur mantenendosi stabile in volume (80.662 auto venute).

In linea con la crescita del mercato, infine, la performance delle societa', che confermano la propria quota di mercato al 17% circa.

Parallelamente alla crescita del noleggio, si conferma nel mese l'incremento delle vendite di auto diesel (+9,3%), che conquistano 3 punti di quota, posizionandosi al 55,5% del totale. Le vetture a benzina, invece, perdono in volume il 3%, fermandosi al 30% di rappresentativita'.

Prosegue la flessione delle motorizzazioni Gpl (-13,7% in volume), che scendono all'8,2% del totale mercato. In crescita in volume le vetture a metano ed ibride.

Anche sul fronte della raccolta contratti, da un primo scambio di informazioni fra UNRAE ed ANFIA, il dato di gennaio e' positivo rispetto al 2013 (il 9% in piu'), con poco meno di 120.000 unita', ma lascia sul campo quasi 9.000 contratti rispetto a gennaio 2012.

Infine, il mercato dell'usato perde in gennaio circa 10.000 unita', con 360.050 trasferimenti di proprieta' al lordo delle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita a cliente finale), evidenziando un calo del 2,7% rispetto ai risultati del gennaio 2013.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari