lunedì 05 dicembre | 11:38
pubblicato il 30/lug/2013 19:22

Auto: ok Commissione Ue a piano aiuti ristrutturazione Peugeot-Citroen

Auto: ok Commissione Ue a piano aiuti ristrutturazione Peugeot-Citroen

(ASCA) - Bruxelles, 30 lug - La Commisione europea ha dato via libera ad un piano di ristrutturazione del valore di 7,5 miliardi di euro per la ristrutturazione del colosso francese dell'auto Peugeot Citroen, compresi gli aiuti di Stato per sostenerlo.

La Commissione ha dichiarato che l'aiuto del governo francese per garantire un prestito obbligazionario di un massimo di 7,0 miliardi di euro risulta conforme alle regole di concorrenza dell'UE.

Peugeot sara' ora in grado di ''ristrutturare in conformita' con limiti chiari, riducendo al minimo gli effetti dannosi per i concorrenti che non hanno ricevuto il sostegno di finanziamenti pubblici'', ha detto, in una dichiarazione il commissario Ue alla concorrenza Joaquin Almunia.

L'anno scorso, la societa' ha registrato una perdita record di 5,0 miliardi di euro ed il suo braccio finanziario - Banque PSA Finance - ha dovuto essere salvato con il sostegno del governo.

(fonte Afp).

sat/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari