domenica 11 dicembre | 07:38
pubblicato il 29/apr/2014 20:31

Auto: Mise, incentivi non sono risposta governo a crisi settore

Auto: Mise, incentivi non sono risposta governo a crisi settore

(ASCA) - Roma, 29 apr 2014 - Gli incentivi per le auto a basse emissioni non sono un'iniziativa del governo ma del Parlamento e la misura ''non intende in alcun modo rispondere alle criticita' del mercato auto, quanto corrispondere a finalita' di carattere ambientale''. Lo precisa il Ministero dello Sviluppo Economico in una nota diffusa in riferimento ''alla misura di sostegno alla diffusione dei veicoli a basse emissioni complessive, di cui e' stato recentemente varato il periodico decreto di riparto previsto dalla legge''.

''Va precisato - si legge - che non si tratta di una iniziativa governativa, ma e' stata introdotta nel 2012 dal Parlamento, che su essa ha raccolto una condivisione molto ampia nelle Commissioni competenti''.

''Nelle intenzioni del legislatore - prosegue il Mise - la misura non intende in alcun modo rispondere alle criticita' del mercato auto, quanto corrispondere a finalita' di carattere ambientale. Il Ministero ha provveduto a dare attuazione alla misura nella massima trasparenza sui risultati e sugli effetti della stessa, sia attraverso la pubblicazione on-line di tutti i dati, sia convocando un apposito tavolo di monitoraggio con tutti gli stakeholders del settore''.

Con riferimento ''al ben piu' rilevante tema della crisi complessiva del settore auto'' il Ministero ricorda che ''si e' fatto promotore della costituzione della Consulta Nazionale per l'Automotive, istituita lo scorso 24 ottobre 2013. In numerose riunioni a gennaio e febbraio 2014 sono stati elaborati documenti sui temi della R&S, delle esportazioni, delle semplificazioni e della fiscalita' con alcune proposte che sono state gia' discusse con il Ministero dell'Economia''.

Il MiSE ''si fara' parte attiva per approfondire le diverse misure proposte per condividerle con gli altri soggetti industriali e istituzionali competenti, nella convinzione che le problematiche del settore non potranno trovare piena soluzione se non verranno affrontate in una logica di sistema''.

com-fgl/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina