lunedì 23 gennaio | 18:53
pubblicato il 17/gen/2013 16:51

Auto: Marchionne, no a squilibri Ue-Giappone, a rischio 73 mila posti

(ASCA) - Milano, 17 gen - No a un accordo di libero scambio tra Unione Europea e Giappone che ''metterebbe a rischio dai 35 mila ai 73 mila posti di lavoro'' nel settore auto nel Vecchio Continente. A chiederlo e' l'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, che durante il suo intervento al 'Quattroruoteday' ha evidenziato: ''Non ci sono motivi per esporre l'industria dell'auto europea ad un altro accordo squilibrato, con uno dei nostri principali concorrenti. Ho sempre sostenuto l'importanza degli accordi che favoriscono le relazioni commerciali. Sono il primo a schierarmi a favore di un mercato libero e senza barriere.

Ma alla base di tutto cio' - ha concluso l'amministratore delegato della Fiat - deve esserci un principio sacrosanto: la parita' di condizioni per i concorrenti''.

fcz/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Lavoro
Confindustria: dal 2014 occupazione cresce ma si ferma a metà 2016
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4