lunedì 27 febbraio | 04:10
pubblicato il 06/mar/2013 17:11

Auto: Marchionne, consumi soffrono ma no a incentivi in Europa

(ASCA) - Torino, 6 mar - Auspica la fine della politica dell'austerita' in Europa, ma rifiuta come gia' sostenuto altre volte incentivi per l'auto. Sergio Marchionne, ad della Fiat, e' tornato ad affrontare al salone dell'auto di Ginevra con i giornalisti, la situazione del mercato dell'auto dopo la riunione dell'associazione dei costruttori europei, l'Acea, di cui e' presidente. ''Preferisco non avere incentivi'' dice il top manager del Lingotto riaffermando che ''drogare il mercato non e' una buona cosa''. Marchionne ha sottolineato che la ''fissazione'' dell'austerita' e' diventata ''un incubo'', e che ''e' comune interesse far ripartire il mercato perche' i consumi stanno soffrendo''. Dagli Usa, invece, le prospettive continuano ad essere positive malgrado un primo trimestre difficile perche', ha spiegato Marchionne, ci sono tre stabilimenti in ''transizione'', mai i prossimi nove mesi, con l'entrata a regime del Grand Cherokee e successivamente del Cherokee, dovrebbero essere positivi e la previsione del mercato globale statunitense e' di 15 milioni di vetture nel 2013. eg/rec

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech