domenica 04 dicembre | 21:40
pubblicato il 06/mar/2013 17:11

Auto: Marchionne, consumi soffrono ma no a incentivi in Europa

(ASCA) - Torino, 6 mar - Auspica la fine della politica dell'austerita' in Europa, ma rifiuta come gia' sostenuto altre volte incentivi per l'auto. Sergio Marchionne, ad della Fiat, e' tornato ad affrontare al salone dell'auto di Ginevra con i giornalisti, la situazione del mercato dell'auto dopo la riunione dell'associazione dei costruttori europei, l'Acea, di cui e' presidente. ''Preferisco non avere incentivi'' dice il top manager del Lingotto riaffermando che ''drogare il mercato non e' una buona cosa''. Marchionne ha sottolineato che la ''fissazione'' dell'austerita' e' diventata ''un incubo'', e che ''e' comune interesse far ripartire il mercato perche' i consumi stanno soffrendo''. Dagli Usa, invece, le prospettive continuano ad essere positive malgrado un primo trimestre difficile perche', ha spiegato Marchionne, ci sono tre stabilimenti in ''transizione'', mai i prossimi nove mesi, con l'entrata a regime del Grand Cherokee e successivamente del Cherokee, dovrebbero essere positivi e la previsione del mercato globale statunitense e' di 15 milioni di vetture nel 2013. eg/rec

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari