mercoledì 18 gennaio | 21:17
pubblicato il 12/feb/2015 12:36

Aumento tassi Banca d'Inghilterra non prima di inizio 2016

Temporaneo indebolimento prezzi dovuto a caduta petrolio

Aumento tassi Banca d'Inghilterra non prima di inizio 2016

Roma, 12 feb. (askanews) - Slitta a inizio 2016 il primo possibile aumento dei tassi di interesse sulla sterlina britannica. Lo lascia intuire il governatore della Bank of England, Mark Carney, nella relazione periodica sull'inflazione inviata al Tesoro Gb. Al momento anche nel Regno si fanno sentire pressioni deflattive legate alla caduta dei prezzi del petrolio.

Si tratta comunque di una fase "temporanea" che va distinta da uno scenario di deflazione, secondo il banchiere centrale. Per quest'anno quindi niente aumenti sul costo del danaro in Gb, dove i tassi sono inchiodato al minimo storico dello 0,50 per cento fin dal 2009.

Sul mercato dei cambi la sterlina si rafforza sulle maggiori valute, salendo rispettivamente a 1,3522 euro e 1,3535 dollari a metà seduta.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina