sabato 25 febbraio | 03:03
pubblicato il 02/ago/2013 14:34

Astaldi: nel 1* sem ricavi -3,8% e utile netto +1% a 40,2 mln (1 upd)

(ASCA) - Roma, 2 ago - Astaldi archivia il primo semestre dell'anno con ricavi in calo ma redditivita' in aumento. I ricavi scendono del 3,8% a 1,16 miliardi di euro mentre l'utile netto sale dell'1% a oltre 40 milioni a fronte. Nel secondo trimestre accelera anche il giro d'affari con ricavi per 625 milioni di euro e una crescita del 16,6%.

Nel semestre l'ebitda e' migliorato del 24,2% a 146 milioni e il risultato operativo si attesta a 114 milioni con una crescita del 16,3% sullo stesso periodo dello scorso anno.

Astaldi conferma gli obiettivi del piano industriale che prevedono livelli di produzione in crescita per il 2013.

''L'andamento del secondo trimestre evidenzia il programmato recupero di produttivita' - afferma l'ad Stefano Cerri - che ha generato buoni risultati economici. Tali risultati sono ancora piu' soddisfacenti alla luce della congiuntura economica che caratterizza lo scenario internazionale''.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech