venerdì 09 dicembre | 16:45
pubblicato il 27/giu/2013 16:01

Assoelettrica: Testa, mercato va ripensato. Troppi errori e squilibri

Assoelettrica: Testa, mercato va ripensato. Troppi errori e squilibri

(ASCA) - Roma, 27 giu - L'attuale modello del mercato elettrico va ripensato perche' con una serie di ''errori'', specie nel settore delle rinnovabili, si sono creati squilibri e drastiche riduzioni delle regole di mercato, arrivando ''al paradosso di avere realizzato un apparato di generazione dell'energia elettrica sovradimensionato, sottoutilizzato, in parte non redditizio ma, situazione unica, con costi crescenti per i consumatori. Un capolavoro''. E' quanto ha denunciato il presidente di Assoelettrica, Chicco Testa, nel corso della sua relazione all'assemblea annuale dell'Associazione.

''Proprio nel momento in cui sarebbe stato possibile cogliere il frutto di una serie di azioni coerenti di rinnovamento del parco di generazione elettrica italiano e di spinta verso la convergenza dei prezzi del gas fra Italia e resto d'Europa - ha rilevato - abbiamo pensato bene di aggiungere al gia' alto peso fiscale oneri straordinari di sistema pari a 134 miliardi di euro su 20 anni''. Un aggravio che, tra l'altro, ''proporzionalmente cresce al ridursi dei consumi'' facendo si' che ''mentre scende il prezzo dell'energia all'ingrosso, cresce il prezzo dell'energia per i consumatori finali''.

Questo si aggiunge, ha proseguito Testa, ad ''una serie di errori compiuti nel fissare i livelli degli incentivi per l'energia fotovoltaica'' che hanno portato ''alla formazione di una vera e propria bolla che lascia dietro di se' ben poche competenze tecnologiche e molti oneri e problemi da smaltire''. Una vicenda ''malamente gestita, senza alcuna programmazione, senza un progetto capace di prevedere i costi e di pianificare gli effetti che l'ingresso di quasi 20 mila MW di potenza aggiuntiva avrebbero avuto sul sistema elettrico''.

Il presidente di Assoelettrica ha ricordato che tra il 2000 e il 20120 le imprese hanno realizzato 30 miliardi di investimenti nel solo settore termoelettrico cui si sono aggiunti circa 70 miliardi di ulteriori investimenti nel settore delle rinnovabili, di cui quasi 50 nel solo settore fotovoltaico. Ma la situazione che si e' creata e' che ''su 300 miliardi circa di kWh consumati nel 2012, meno delle meta' in valore e' sottoposta a meccanismi competitivi con una drastica riduzione delle regole di mercato''. ''Siamo cosi' arrivati al paradosso - ha rilevato - di avere realizzato un apparato di generazione dell'energia elettrica sovradimensionato, sottoutilizzato, in parte non redditizio ma, situazione unica, con costi crescenti per i consumatori. Un capolavoro''.

Per questo ''occorre ripensare il modello del mercato, in modo tale da tenere conto del disequilibrio che si e' venuto a creare tra coloro che operano in condizioni di piena competizione e i settori sussidiati, stabilendo, se necessario, nuove regole al fine di prevenire l'inquinamento dei segnali di prezzo. Siamo, su questo punto, perfettamente d'accordo con quanto affermato dall'Autorita'. Se la collettivita' desidera pagare oneri consistenti per lo sviluppo di alcune energie evidentemente si tratta di una scelta legittima, anche se onestamente fatta in modo confuso e senza alcuna programmazione''. ''Ma dobbiamo altrettanto onestamente dirci - ha concluso - che la sovrapposizione fra l'obbiettivo della creazione di un mercato dell'energia elettrica e interventi pianificatori consistenti, porta alla crisi dell'uno e dell'altro sistema.

L'unica cosa che non si puo' fare e' continuare a lasciare andare le cose senza intervenire''.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Borsa
La Borsa di Milano brinda alla proroga del Qe Bce, Ftse-Mib +1,64%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina