mercoledì 22 febbraio | 09:56
pubblicato il 24/set/2014 16:34

Assocamerestero: ad agosto tiene export sui mercati extra-Ue

Fase di stallo per i prodotti Made in Italy (ASCA) - Roma, 24 set 2014 - Il mese di agosto segna un leggero incremento dell'export italiano nei paesi extra-Ue (+0,9% rispetto a luglio, con un valore di 14,8 miliardi di euro), in lenta risalita verso il livello massimo raggiunto lo scorso maggio (15,4 miliardi). Si conferma pero', per i prodotti Made in Italy, - afferma Assocamerestero - una fase di stallo su questi mercati: nel periodo gennaio-agosto 2014, l'attivo delle nostre produzioni tipiche subisce infatti un calo di 3,4 miliardi su base annua, in gran parte attribuibile a quei comparti che rappresentano il core delle esportazioni italiane, come i beni strumentali e i prodotti intermedi (nel solo mese di agosto in calo rispettivamente del 4,1% e del 4,0% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

"Se nel medio periodo, anche grazie al contributo energetico, l'avanzo complessivo dei conti con l'estero cresce, le principali preoccupazioni riguardano proprio i settori trainanti delle nostre esportazioni - sottolinea Gaetano Fausto Esposito, Segretario Generale di Assocamerestero, commentando i dati Istat sul commercio estero diffusi oggi - Anche le previsioni a breve termine non lasciano presagire segnali positivi, tenuto conto della forte flessione del 2,1% sperimentata dagli ordinativi esteri gia' nel mese di luglio. Nei prossimi mesi capiremo se il tendenziale indebolimento dell'euro servira' a ravvivare la nostra performance su questi mercati".

Per quanto riguarda le destinazioni, desta particolare preoccupazione la riduzione di mezzo punto percentuale della quota del nostro export nei Paesi europei non appartenenti all'UE, in particolare in Svizzera, nostro primo mercato di riferimento in ambito extra-UE, passata in un anno da circa il 6,0% all'attuale 5,2%. Inoltre, forti cali delle vendite si registrano in Russia (-16,3%), Giappone (-14,7%) e Cina (-8,5%).

red-cip

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%