mercoledì 18 gennaio | 15:07
pubblicato il 23/mag/2014 18:29

Assicurazioni: SNFIA, Marino D'Angelo riconfermato segretario

Assicurazioni: SNFIA, Marino D'Angelo riconfermato segretario

(ASCA) - Roma, 23 mag 2014 - Il Sindacato Nazionale Funzionari Imprese Assicuratrici (SNFIA), riunito a Roma nel suo X Congresso Nazionale, ha riconfermato il segretario generale uscente Marino D'Angelo, rieleggendolo all'unanimita'.

''Accolgo con grande soddisfazione questa rielezione - il commento di D'Angelo -. Il sostegno di tutti i delegati al nostro sindacato e' certamente per me motivo di orgoglio, ma soprattutto di stimolo per continuare, con rinnovato vigore, impegno ed entusiasmo, nelle battaglie che quotidianamente SNFIA porta avanti. Sempre con l'obiettivo di mettere al centro di ogni progettualita' l'uomo e i suoi bisogni, per un progresso economico che non sia mai disgiunto da quello sociale. E uno sviluppo produttivo che, da un lato, consenta la modernizzazione dei processi di lavoro e, dall'altro, salvaguardi stabilita' e professionalita' acquisite nel quadro di un rinnovato e responsabile rapporto tra le generazioni, che garantisca sostenibilita' e costruisca valore attorno al passaggio di testimone tra lavoratori senior e giovani''.

Nel corso del congresso, i delegati si sono soffermati in particolare sulla crisi del sindacato in Europa, incapace di reggere per SNFIA ''il passo con le sfide poste dalla crisi''. Da qui la necessita' di rivedere il modello associativo sindacale, adeguato ai tempi. ''Nel Regno Unito, gli iscritti sono il 28%, in Germania meno del 20%, in Francia appena l'8% e, in Italia, raggiungono gli 11 milioni, ma oltre la meta' appartiene alla categoria dei pensionati.

Assistiamo, dunque, a uno stallo del modello di rappresentanza che richiede la creazione di un sindacato evoluto - ha detto Marino D'Angelo nel suo intervento -. C'e' bisogno di una nuova stagione del merito. Le imprese assicuratrici devono capire l'importanza di investire nella valorizzazione delle alte professionalita' che, oggi, non sono riconosciute in maniera adeguata nelle aziende''. E questo per D'Angelo deve avvenire ''anche in un comparto come quello assicurativo che attraversa da due anni il periodo positivo piu' lungo dall'inizio della crisi''. red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Economia estera
Il presidente cinese Xi va a Davos a difendere il libero scambio
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa