martedì 06 dicembre | 13:24
pubblicato il 09/mag/2016 11:53

Appalti, Anquap a governo e Cantone: testo dimentica scuole

Germani: è un vuoto da colmare

Appalti, Anquap a governo e Cantone: testo dimentica scuole

Roma, 9 mag. (askanews) - Il governo dà vita al nuovo codice dei contratti, ma ignora del tutto le scuole. Il decreto legislativo, varato lo scorso 18 aprile per introdurre la nuova disciplina giuridica degli appalti pubblici per lavori, forniture e servizi, appare dunque gravemente incompleto. È questo il richiamo espresso da Giorgio Germani, presidente di Anquap, l'Associazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche, che ha rivolto un accorato appello al presidente dell'Anac, Raffaele Cantone, e a tutti i ministeri interessati.

"Dalla lettura del nuovo testo normativo in materia di contratti pubblici e dei suoi 25 allegati - spiega Germani - appare ignorata l'esistenza di 8.384 stazioni appaltanti - le istituzioni scolastiche - alle quali nessun riferimento diretto viene fatto… mai, neppure nel novero delle Autorità governative centrali o dell'Elenco degli organismi e delle categorie di organismi di diritto pubblico nei settori ordinari".

Una carenza che l'Anquap chiede all'Anac di contribuire al più presto a cancellare: "Si chiede a codesta Agenzia di colmare questo vuoto e di provvedere a chiarire ruolo, funzioni, attribuzioni, competenze e responsabilità delle persone giuridiche "le scuole" e dei soggetti (persone fisiche) che vi operano a livello apicale e direttivo per la gestione delle procedure relative ad appalti per acquisizioni, soprattutto, di servizi e forniture sotto soglia di rilevanza comunitaria".

Un intervento auspicato, quello di Cantone, anche alla luce delle linee guida sull'applicazione alle istituzioni scolastiche delle più recenti normative approvate dalla stessa agenzia. Germani sottolinea altrimenti i rischi di un mancato intervento: "Le nebulosità contribuiscono a creare un clima di preoccupazione e incertezza che spesso causa difficoltà relazionali e di esercizio delle rispettive competenze tra i Dirigenti scolastici ed i Direttori dei servizi generali amministrativi, generando un rallentamento nello svolgimento delle attività negoziali".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
L.Bilancio
L.Bilancio, Dijsselbloem: ora impossibile chiedere misure extra
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Mantegna contro Margherita: la pizza cambia nome e si veste d'arte
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Luci di Natale: come smaltire quelle vecchie e tutelare l'ambiente
Scienza e Innovazione
Pakistan, sta morendo avvelenato il più grande lago del paese
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni