lunedì 16 gennaio | 11:56
pubblicato il 09/mag/2016 11:53

Appalti, Anquap a governo e Cantone: testo dimentica scuole

Germani: è un vuoto da colmare

Appalti, Anquap a governo e Cantone: testo dimentica scuole

Roma, 9 mag. (askanews) - Il governo dà vita al nuovo codice dei contratti, ma ignora del tutto le scuole. Il decreto legislativo, varato lo scorso 18 aprile per introdurre la nuova disciplina giuridica degli appalti pubblici per lavori, forniture e servizi, appare dunque gravemente incompleto. È questo il richiamo espresso da Giorgio Germani, presidente di Anquap, l'Associazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche, che ha rivolto un accorato appello al presidente dell'Anac, Raffaele Cantone, e a tutti i ministeri interessati.

"Dalla lettura del nuovo testo normativo in materia di contratti pubblici e dei suoi 25 allegati - spiega Germani - appare ignorata l'esistenza di 8.384 stazioni appaltanti - le istituzioni scolastiche - alle quali nessun riferimento diretto viene fatto… mai, neppure nel novero delle Autorità governative centrali o dell'Elenco degli organismi e delle categorie di organismi di diritto pubblico nei settori ordinari".

Una carenza che l'Anquap chiede all'Anac di contribuire al più presto a cancellare: "Si chiede a codesta Agenzia di colmare questo vuoto e di provvedere a chiarire ruolo, funzioni, attribuzioni, competenze e responsabilità delle persone giuridiche "le scuole" e dei soggetti (persone fisiche) che vi operano a livello apicale e direttivo per la gestione delle procedure relative ad appalti per acquisizioni, soprattutto, di servizi e forniture sotto soglia di rilevanza comunitaria".

Un intervento auspicato, quello di Cantone, anche alla luce delle linee guida sull'applicazione alle istituzioni scolastiche delle più recenti normative approvate dalla stessa agenzia. Germani sottolinea altrimenti i rischi di un mancato intervento: "Le nebulosità contribuiscono a creare un clima di preoccupazione e incertezza che spesso causa difficoltà relazionali e di esercizio delle rispettive competenze tra i Dirigenti scolastici ed i Direttori dei servizi generali amministrativi, generando un rallentamento nello svolgimento delle attività negoziali".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Inflazione
Istat: Italia in deflazione nel 2016, non accadeva dal 1959
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Il prototipo della nuova Civic Type R debutta al Salone di Tokyo
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Lifestyle
Superenalotto, sabato jackpot a 74,7 milioni di euro
Scienza e Innovazione
Spazio, prima passeggiata spaziale per il francese Thomas Pesquet
TechnoFun
Arriva Switch, la nuova console trasformista di Nintendo
Sistema Trasporti
Metro C, online il nuovo portale sull'opera con diretta sui lavori