sabato 21 gennaio | 14:23
pubblicato il 18/nov/2013 17:00

AnsaldoBreda: Fim Cisl, urgente convocazione governo su vertenza

(ASCA) - Roma, 18 nov - Il Coordinamento Nazionale Fim Cisl di Ansaldo Breda, aveva richiesto, vista la situazione aziendale di poter convocare il coordinamento unitario. Cio' - segnala una nota - non e' potuto avvenire, ''non per nostra scelta e con nostro rammarico''. La Fim Cisl stigmatizza il comunicato di Finmeccanica ''con cui, peraltro, non da oggi, continua a porre discredito su un'azienda del suo Gruppo''. ''E' singolare - prosegue - che Finmeccanica, che ha gestito in questi anni la scelta dei dirigenti e le valutazioni dei piani industriali le gestionali e finanche la scelta delle societa' di consulenza per i piani industriali, definisca una propria azienda come una ''palla al piede'' capace solo di erodere i risultati di Finmeccanica. Non consentiremo che i lavoratori di AnsaldoBreda siano chiamati a pagare per scelte gestionali sbagliate e dell'assenza di ogni Governo nelle politiche industriali e dei trasporti e la mancanza di gioco di squadra di Trenitalia. Sono mesi in cui si parla di cessioni, di partnership internazionali, di cassa depositi e prestiti, di polo dei trasporti, di permanenza in Finmeccanica, di spacchettamenti e ora della newco''. In questa situazione ''di indeterminazione, si depaupera progressivamente il patrimonio e il valore delle aziende''.

La Fim Cisl ritiene che, ''Il dovere di ogni Gruppo dirigente, fino a scelte diverse, sia di custodire le aziende, le loro competenze, tecnologie e persone''. L'indicazione di reindirizzare il percorso strategico ''si sta risolvendo nella rinuncia a partecipare a gare e a svuotare il backlog dell'azienda, come se fosse possibile far virare l'azienda a motore spento. In questi giorni, peraltro, l'approvvigionamento materiali sta compromettendo pesantemente la puntualita' delle consegne''. ''La Fim Cisl ha sempre dato disponibilita' a piani di efficientamento anche impegnativi ma che salvaguardino il futuro dell'azienda, siamo contrari ad ogni spacchettamento ma favorevoli alla ricerca di partnership industriali a partire dai partner industriali con cui gia' collaboriamo in importanti commesse'', precisa ancora il sindacato che chiede al governo ''di convocarci urgentemente e di tornare a occuparsi della vertenza''. E ai Governatori di Toscana, Campania, Calabria e Sicilia ''di dimostrare concretamente il sostegno alla vertenza per il futuro di AnsaldoBreda''. La Fim Cisl propone a Fiom e Uilm di costruire urgentemente ''una grande iniziativa pubblica di mobilitazione nazionale per la difesa della produzione del materiale rotabile e per il rilancio di Ansaldo Breda''.

com-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bankitalia
Bankitalia: inflazione risale a 1,3% nel 2017, rischi da salari
Bankitalia
Bankitalia: crescita prosegue, Pil 2017 a +0,9% e 2018 a +1,1%
Bankitalia
Bankitalia: disoccupazione resta elevata, calo solo graduale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4