lunedì 23 gennaio | 03:52
pubblicato il 02/lug/2013 15:04

Ania: Rc auto, obbligo 'scatola nera' per Zanonato ma Rossi dice no

(ASCA) - Roma, 2 lug - La 'scatola nera' puo' esssere un deterrente per le frodi, un 'obbligo' per il ministro Flavio Zanonato, ma il presidente dell'Ivass Salvatore Rossi dice no. La scatola nera puo' essere uno ''strumento importante'' per combattere le frodi nelle Rc Auto, dice iil ministro dlelo sviluppo economico Flavio Zanonato, nel suo intervento all'Assemblea annuale dell'Ania.

Il ministro ha anche sottolineato che si tratta di una delle proposte sulle quali potremmo lavorare''. Una misura che occorrera' ''rendere obbligatoria per i costruttori'', bisognera' cioe' installarla sulle vetture; anche se poi si dovra' ''decidere se utilizzare o meno questo strumento perche' intacca profili di privacy''. Di diverso avviso il presidente dell'Ivass, Salvatore Rossi, che spiega che la scatola nera, per gli automobilisti disposti ad ospitarla prevede uno 'sconto'. Nel suo intervento, Rossi ha spiegato che '' il decreto ''liberalizzazioni'' previsto l'offerta di polizze in abbinamento a una ''scatola nera'' che registri l'attivita' del veicolo. Dispositivi di questo tipo - ha detto - si sono affacciati da tempo sul mercato. Consentendo di ricostruire la dinamica dei sinistri e di rilevare le condizioni di marcia del veicolo ospitante, la scatola nera e' un forte deterrente delle frodi; inoltre, consente efficienti personalizzazioni del pricing, in funzione dei comportamenti di guida del conducente''. La norma introdotta lo scorso anno ''prevede - ha sottolineato il presidente dell'Ivass - che l'automobilista disposto a ospitare nel suo veicolo una scatola nera non solo non ne paghi i costi di installazione, uso e disinstallazione, ma ottenga uno sconto significativo sul premio assicurativo per responsabilita' civile. Tocca all'Ivass emanare, di concerto con il Ministero dello Sviluppo Economico e con gli Uffici del Garante per la protezione dei dati personali, un regolamento attuativo che definisca le modalita' di raccolta, gestione e utilizzo dei dati, di interoperabilita' in caso di passaggi da una compagnia a un'altra. Lo schema di regolamento elaborato di concerto fra le tre Istituzioni, dopo una serie di preconsultazioni con gli stakeholders, e' stato sottoposto alla procedura di pubblica consultazione, che si e' chiusa alla fine di aprile. L'Ivass, il Ministero e gli Uffici del Garante stanno ora valutando i numerosi e articolati commenti pervenuti dall'industria assicurativa, dai produttori di scatole nere e dai service providers in vista della pubblicazione del provvedimento definitivo''.

ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4