domenica 22 gennaio | 21:47
pubblicato il 14/mar/2013 12:46

Ania: nel 2012 raccolta assicurazioni a 105 mld (-4,3%)

(ASCA) - Roma, 14 mar - In flessione la raccolta premi delle assicurazioni. L'Ania rende noto che i premi nel 2012 sono ammontati a 105 milioni di euro con una flessione del 4,3% (-7,1% in termini reali). La dinamica - si legge in un comunicato - e' il risultato di una diminuzione sia dei premi del settore Vita (-5,5%) sia di quello Danni (-1,9%). Come conseguenza del calo dei premi nel settore, l'incidenza dei premi totali (Vita e Danni) sul Prodotto Interno Lordo e' stata nel 2012 del 6,8% (7,0% del 2011). Piu' in dettaglio la raccolta premi nei rami Vita ha sfiorato i 70 miliardi con una diminuzione, in termini nominali, del 5,5% rispetto al 2011 (-8,3% in termini reali).

La contrazione fa seguito a quella gia' registrata alla fine del 2011 (-18%) ma va sottolineato come il comparto Vita abbia, nel complesso, reagito positivamente al generale contesto di debolezza della domanda di attivita' primarie da parte delle famiglie derivante dalla loro diminuita capacita' di risparmio. La diminuzione di circa il 10% della raccolta premi e' riscontrabile sia nei prodotti di ramo I-Vita umana sia in quelli di ramo V-Capitalizzazione (quest'ultimi incidono pero' per appena il 4% del totale premi). Le polizze di ramo III-Linked, a carattere prevalentemente finanziario, hanno registrato invece un aumento dei premi di oltre il 10% per una raccolta totale di 13,8 miliardi anche per effetto di una ridotta volatilita' dei mercati finanziari soprattutto nella seconda meta' dell'anno. Infine, le polizze relative al ramo VI-Fondi Pensione sono aumentate di oltre il 20% raccogliendo premi per 1,9 miliardi. Sempre nel 2012 la raccolta premi nei rami Danni e' stata pari a 35,4 miliardi con un calo, in termini nominali, dell'1,9% rispetto al 2011 (-4,8% in termini reali). La diminuzione rispetto al 2011 e' riscontrabile sia nel settore Auto, i cui premi registrano una flessione, in termini nominali, del 2,2%; piu' specificatamente, -1,2% nel ramo R.C. Auto e -8,4% nel ramo Corpi veicoli terrestri; sia negli altri rami Danni i cui premi diminuiscono dell'1,5%.

All'interno di questo macro-settore solo i premi di tre rami registrano una variazione positiva: R.C. Generale (+0,2%), Tutela legale (+2,6%) e Assistenza (+6,2%); tutti gli altri rami sono risultati in calo. In particolare hanno registrato una diminuzione superiore alla media i rami Altri danni ai beni (-1,5%), Incendio (-1,6%), Credito e Cauzioni (-8,4%), Perdite pecuniarie (-10,6%) e Trasporti (-11,9%). red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4