giovedì 23 febbraio | 20:03
pubblicato il 01/feb/2013 11:48

Ancora un record della disoccupazione: a dicembre all'11,2%

Dati peggiori dal 1999, in un anno 474mila disoccupati in più

Ancora un record della disoccupazione: a dicembre all'11,2%

Milano (askanews) - La crisi forse passerà, dicono gli economisti, ma i numeri, almeno per ora, restano impietosi. Il tasso di discoccupazione nel nostro Paese, infatti, a dicembre 2012 è ulteriormente cresciuto, attestandosi all'11,2%: un dato negativo da record, su base trimestrale il dato peggiore dal 1999. In un anno il numero dei disoccupati è cresciuto di 474mila unità, e a perdere il lavoro, spiega l'Istat, sono in questo momento soprattutto gli uomini, mentre la situazione dell'occupazione femminile migliora lievemente. Preoccupa anche il tasso di inattivi che, per le persone tra i 15 e i 64 anni, arriva al 36,4%. Unica, tenue, nota positiva il leggerissimo miglioramento del dato sulla disoccupazione giovanile che ha frenato di uno 0,2%, ma si tratta comunque di valori preoccupanti, che restano sopra il 36%.

Gli articoli più letti
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Generali
Generali,de Courtois: da estero e Cina 60% risultati e cresceranno
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech