mercoledì 22 febbraio | 03:17
pubblicato il 17/mag/2013 12:39

Anas: Corte Conti, rischio ulteriori oneri per no a ponte di Messina

(ASCA) - Roma, 17 mag - La gestione dell'ANAS per l'esercizio 2011 si e' chiusa, pur nella negativa congiuntura economica internazionale, con un utile di esercizio di 8,2 milioni di euro, a conferma - rileva la Corte dei Conti - di un trend positivo conseguito grazie alla politica di efficientamento, messa in atto dalla Societa' a partire dal 2006, che ha consentito di ridurre progressivamente il pesante disavanzo ereditato dalla gestione 2005 (496 milioni di euro) e di conseguire, per la prima volta nel 2008, l'utile di esercizio. Il bilancio consolidato del Gruppo ANAS si e' chiuso con un utile di gruppo pari a 25,6 milioni di euro (28,4 per il 2010). Con la nuova articolazione delle competenze in materia autostradale, cosi' come risultanti dalle ultime modifiche normative, l'ANAS, dal 1* ottobre 2012, non svolge piu' attivita' di istruttoria e di proposta al MIT e al MEF anche se, ad oggi, non risultano ancora definite le modalita' per il subentro del Ministero ad ANAS nei contratti relativi a beni e servizi strumentali di pertinenza dell'Ispettorato di vigilanza sulle concessioni autostradali (IVCA) in essere alla data del 1* ottobre 2012, ne' sono state individuate le risorse finanziarie relative all'IVCA che dovrebbero essere versate al MIT per provvedere agli oneri di funzionamento della predetta Struttura. La magistratura contabile ha poi osservato che ''particolare attenzione deve essere rivolta alla questione relativa alla realizzazione di un ponte sullo Stretto di Messina, in quanto il verificarsi dell'evento caducatorio previsto dal comma 8 della Legge 221/2012 (mancata stipula con il Contraente Generale dell'Atto aggiuntivo nel termine perentorio del 1* marzo 2013) con conseguente caducazione di tutti gli atti che regolano i rapporti di concessione, nonche' delle convenzioni e di ogni altro rapporto contrattuale stipulato dalla Societa', potra' determinare contenzioso ed ulteriori oneri per effetto della mancata realizzazione dell'opera''.

red/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia