domenica 04 dicembre | 17:35
pubblicato il 21/mar/2016 14:49

Almaviva annuncia riduzione personale, taglio di 2.990 persone

A Roma,Napoli,Palermo. Aperta proceduta riorganizzazione aziendale

Almaviva annuncia riduzione personale, taglio di 2.990 persone

Roma, 21 mar. (askanews) - Riduzione del personale per un massimo di 2.990 persone con riferimento alle sedi di Roma (fino a 920 persone), di Napoli (fino a 400 persone) e di Palermo (fino a 1670 persone). E' quanto prevede il piano di riorganizzazione aziendale annunciato da AlmavivA Contact.

"In relazione ai caratteri strutturali assunti dalla crisi del settore italiano dei call center, AlmavivA Contact, società del Gruppo AlmavivA, tra i leader mondiali nell'outsourcing di servizi Crm, ha comunicato oggi alle organizzazioni sindacali e al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali l'apertura di una procedura di riduzione del personale, nel quadro di un complessivo piano di riorganizzazione aziendale".

Il piano coinvolge il 6% del personale attualmente in forza al Gruppo a livello globale (50 mila persone, in sette Paesi). Il piano "è diretto al necessario obiettivo di garantire condizioni di equilibrio industriale e di avviare, nel medio periodo, un percorso di rilancio del posizionamento di mercato nel settore italiano del Crm operativo", ha spiegato l'azienda.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari