lunedì 23 gennaio | 08:07
pubblicato il 26/feb/2014 15:38

Allarme smog in Cina, esaurite mascherine anti-inquinamento

Anche passaggiata presidente Xu a Pechino non rassicura cittadini

Allarme smog in Cina, esaurite mascherine anti-inquinamento

Pechino, (askanews) - Prosegue l'allarme inquinamento inCina. Il Centro meteorologico nazionale ha diffuso per ilsesto giorno consecutivo una allerta "gialla" per smog in granparte del nord del Paese, mentre a Pechino da venerdì è in vigore l'allerta "arancione", la seconda più alta della scala di valori.L'allerta è dovuta ai livelli delle particelle note come PM 2,5 che hanno superato i 400 microgrammi per metro cubo, oltre 16 volte il livello indicato dall'Organizzazione mondiale dellaSanità (Oms) di 25 microgrammi.La passeggiata del presidente cinese Xi Jinping per le strade di Pechino, avvolta in una fitta coltre di smog, non ha rassicurato la popolazione. Tanto più che le scorte di mascherine anti-gas sono esaurite e l'allarme inquinamento non rientrerà almeno fino a domani. Una situazione che ha acceso il già animato dibattito su quella che in molti hanno definito la nuova "apocalisse dell'aria".

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4