martedì 21 febbraio | 01:44
pubblicato il 21/feb/2014 19:06

Allarme Confesercenti: da inizio crisi taglio consumi per 47 mld

Più spese obbligate, boom smartphone. In calo spesa trasporti

Allarme Confesercenti: da inizio crisi taglio consumi per 47 mld

Roma, 21 feb. (askanews) - Sono crollati i consumi degli italiani a causa della crisi economica. Tra il 2007 e il 2012 le famiglie sono state costrette a tagliare le spese per 47 miliardi, con un calo del 5,4%. A lanciare l'allarme è la Confesercenti in uno studio sugli effetti della crisi sui consumi.La spesa degli italiani non si è solo ridotta, ma è anche profondamente cambiata. In cima alle spese da affrontare ci sono quelle "obbligate", dalle bollette alle tariffe, che sono cresciute circa del 2,6%, quasi 4,6 miliardi di euro in più. In aumento anche le spese sanitarie. Vero e proprio boom, poi, per gli acquisti di smartphone, tablet e accessori.Stretti dal calo del potere d'acquisto, gli italiani hanno tagliato di più sulle spese legate ai trasporti con un crollo del 22,7%. In forte riduzione anche la spesa per abbigliamento e calzature e quella alimentare.

Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia