giovedì 19 gennaio | 00:12
pubblicato il 20/gen/2016 15:29

Alla Luiss siglato contratto collaboratori libere Università

Avv. De Nardo: prima applicazione operativa dopo il Jobs Act

Alla Luiss siglato contratto collaboratori libere Università

Roma, (askanews) Momento importante per il mondo del lavoro, con la verifica operativa degli effetti del Jobs Act sui percorsi e gli accordi possibili tra le parti sociali in materia di nuovi contratti. La Luiss in questo senso è stata sede pioniera ospitando la firma del nuovo contratto per i collaboratori dei liberi atenei italiani. Askanews ne parla con Paolo De Nardo, Dirigente dell'Area Legale e Relazioni Industriali di Luiss, che ha ideato il progetto e condotto la trattativa per le Università non statali, fino alla sigla di un accordo che dimostra la capacità degli atenei non statali di cogliere in modo tempestivo ed efficace proprio le opportunità offerte dalle recenti novità nel mercato del lavoro.

"Finalmente si sono stabilite delle regole che tutelano sia il datore di lavoro sia i lavoratori inquadrati con la formula della collaborazione coordinata e continuativa, riempiendo di contenuti tecnico-giuridici questo istituto. Per la prima volta tutte le università libere italiane si sono ritrovate, dopo quasi un secolo di storia, riunite intorno ad un tavolo raggiungendo una posizione comune per la stipula di un accordo", commenta De Nardo.

"E' importante perchè si tratta del primo accordo siglato con la nuova disciplina, poi ne sono venuti altri in altri settori", aggiunge l'avvocato De nardo -. Parliamo di 12 Università che sono l'eccellenza della didattica in Italia e di un numero di collaboratori tra i 6 e gli 8 mila"

E' un messaggio importante anche per i giovani, fare università quindi significa anche avere finalmente sbocchi professionali concreti:

"Una volta si diceva che per fare l'università si doveva essere o ricchi o martiti, oggi speriamo non sia più così. E' presto per fare un bilancio ma in questo caso dobbiamo dire che le parti sociali hanno lavorato bene".

Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina