lunedì 23 gennaio | 03:31
pubblicato il 08/ago/2014 14:14

Alitalia: Ugl, con via libera azionisti si apre nuova fase

(ASCA) - Roma, 8 ago 2014 - ''Con il via libera dell'assemblea degli azionisti all'intesa con un partner d'eccellenza come Etihad si apre finalmente una nuova fase per Alitalia, che auspichiamo possa condurre presto alla realizzazione degli obiettivi che ci siamo prefissati e per i quali abbiamo lavorato fino ad oggi: rilancio della compagnia, difesa delle professionalita', valorizzazione del comparto aereo''.

Lo dichiara il segretario confederale dell'Ugl, Ermenegildo Rossi, evidenziando come ''nonostante le difficolta', alla fine tutte le parti interessate hanno ritrovato la volonta' di condividere un percorso essenziale per il futuro del settore e di migliaia di lavoratrici e lavoratori. Condivisione che per noi era determinante e che ci ha spinto in un primo momento a non siglare gli accordi sul contratto nazionale di settore e sul costo del lavoro proprio per denunciare l'irresponsabilita' della mancanza di unita' sindacale e per assicurare che, il giorno seguente, fossero inserite nel testo importanti garanzie per i dipendenti Alitalia''.

''Grazie anche alla mediazione del ministro Lupi - prosegue il sindacalista - abbiamo infatti potuto ottenere, lo scorso 18 luglio, il consenso su tre importanti proposte a cui era subordinata la nostra firma: il dilazionamento del contributo di solidarieta' grazie ad uno specifico accordo con le banche senza oneri per i dipendenti; la possibilita', fra 3 anni, di un ritorno in Alitalia dei piloti che andranno ad Abu Dhabi; la copertura dei lavoratori della vecchia Alitalia in mobilita' e che hanno lavorato per almeno una stagione in Cai mediante nuove misure di ricollocamento e nuovi ammortizzatori sociali''.

Per il segretario nazionale dell'Ugl Trasporto aereo, Francesco Alfonsi, ''abbiamo preso atto con soddisfazione delle ultime adesioni da parte sindacale agli accordi siglati il mese scorso: e' apprezzabile che, anche se con ritardo, le nostre proposte siano diventate patrimonio comune e motivo di convergenza anche per quelle sigle che si erano rifiutate di firmare. E' stata finalmente riconosciuta la loro validita' - aggiunge -, in particolare di quella sul dilazionamento del contributo di solidarieta' tramite convenzione bancaria.

L'auspicio e' che ora si faccia tutto il possibile per recuperare il tempo perso e si lavori per garantire un futuro a tutti i lavoratori, compresi quelli coinvolti nelle procedure in corso''.

com-fgl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4