domenica 26 febbraio | 15:43
pubblicato il 18/giu/2014 19:18

Alitalia: sindacati ribadiscono il 'no' ai 2251 licenziamenti

Alitalia: sindacati ribadiscono il 'no' ai 2251 licenziamenti

(ASCA) - Roma, 18 giu 2014 - I sindacati nell'incontro di oggi con l'Alitalia hanno ribadito, anche se con sfumature diverse, la loro contrarieta' ai 2251 licenziamenti generati dall'alleanza tra la compagnia ex di bandiera e Etihad.

''L'azienda - ha detto il segretario nazionale della Filt Cgil, Mauro Rossi - ha confermato i numeri degli esuberi e li ha suddivisi per diverse categorie. Il confronto prosegue.

Non possiamo condividere 2251 licenziamenti. Si e' deciso di proseguire il confronto per capire cosa genera questi esuberi''.

Ai giornalisti che gli chiedevano se si possa diminuire il numero degli esuberi, Rossi ha risposto che: ''Non si tratta di sconti. Una compagnia che investe 560 milioni non puo' avere la necessita' di mettere per strada 2251 lavoratori.

Siamo Polo Nord e Polo Sud''.

''C'e' la disponibilita' a lavorare - ha poi aggiunto il segretario nazionale della Uilt, Marco Veneziani - e di vedere quale e' di preciso la situazione. Noi vogliamo vedere il piano e lavorare per ridurre gli esuberi. I 2251 esuberi non li accetteremo mai''.

sen/alf/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech