lunedì 23 gennaio | 04:22
pubblicato il 23/lug/2014 11:27

Alitalia: sindacati, referendum da oggi a venerdi'

(ASCA) - Roma, 23 lug 2014 - I sindacati annunciano che oggi partira' il referendum tra i lavoratori dell'Alitalia riguardante l'accordo integrativo al contratto nazionale e l'accordo sui tagli al costo del lavoro. Il referendum terminera' venerdi' 25 luglio prossimo, in concomitanza con l'assemblea dei soci dell'Alitalia. ''A questo punto e' indispensabile fare chiarezza e l'unico modo per farlo, prima dell'assemblea dei soci del 25 luglio, e' fare esprimere attraverso un referendum tutti i lavoratori del gruppo Alitalia''. A sostenerlo sono Filt Cgil, Fit Cisl e Ugl sul referendum che si terra' da oggi alle 16 alle 8 del 25 luglio su accordo su integrativo aziendale che contiene l'accordo sul contributo del lavoro, ricordando che ''nonostante la validita' degli accordi su integrativo aziendale e contratto collettivo del trasporto aereo sezione vettori, in quanto sottoscritti da un insieme di sindacati che rappresentano molto piu' del 50% dei lavoratori di Alitalia, la Uiltrasporti che non ha firmato gli accordi ha chiesto il referendum in azienda sulla base del testo unico del 10 gennaio del 2014. Inoltre - proseguono le tre sigle sindacali - l'amministratore delegato Del Torchio, in risposta alla richiesta Uil, ha confermato la drammaticita' della situazione dell'azienda che il 25 deve affrontare l'ultima prova decisiva per evitare il fallimento e per poter avviare a buon fine l'accordo con Etihad e nessuna delle due condizioni si potra' realizzare in mancanza dell'accordo sindacale''. Secondo Filt, Fit e Ugl ''gli accordi sottoposti a referendum, sofferti e impegnativi per il lavoro, sono uno degli elementi indispensabili per scongiurare il fallimento di Alitalia e conseguentemente il fallimento dell'operazione di ingresso di Etihad. L'accordo sul costo del lavoro - spiegano - dura sei mesi e si concludera', quando sara' gia' costituita la nuova azienda, a seguito dell'accordo con Etihad ed il rinnovo del ccnl del Trasporto Aereo, che sara' applicato dalla nuova Alitalia, garantisce gli aumenti contrattuali e stabilita' nei trattamenti economici e normativi dopo il passaggio di azienda''. ''A questo punto - sottolineano infine le tre organizzazioni sindacali di categoria - solo l'espressione democratica e responsabile del voto dei lavoratori puo' mettere la parola fine a questa fase drammatica dell'azienda con il SI al referendum, prima dell'assemblea dei soci del 25''. sen/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4