martedì 17 gennaio | 21:04
pubblicato il 04/lug/2014 19:05

Alitalia: sindacati piloti chiedono apertura tavolo a ministero lavoro

(ASCA) - Roma, 4 lug 2014 - Un tavolo di trattativa congiunto al ministero del lavoro per la ricollocazione di piloti e assistenti di volo. Questa la richiesta dei sindacati di piloti e assistenti di volo avanazata nel corso di un incontro con il Ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi e il rappresentante delle risorse umane di Alitalia.

ANPAC, AVIA ed ANPAV - in una nota - ''esprimono soddisfazione per la convocazione ricevuta dal Ministro Lupi.

Durante l'incontro si sono approfonditi i temi chiave della vertenza Alitalia-Etihad con particolare riferimento ed attenzione alle eccedenze di personale ed alle problematiche connesse al lavoro''.

L'azienda ed il Ministero - riferiscono i sindacati -, ''dopo una presentazione generale sullo stato della trattativa tra Alitalia ed Etihad e sugli interventi messi in atto dal Governo per favorire il buon esito della vertenza e per garantire il sostegno in questo momento di difficolta' all'intero settore del Trasporto Aereo nazionale, hanno confermato i numeri degli esuberi gia' annunciati e ampiamente pubblicizzati (2.251 lavoratori) ed hanno enfatizzato la necessita' di chiudere la trattativa entro il prossimo 15 luglio''.

Considerato anche l'elevato numero di personale altamente qualificato ex dipendente dalla vecchia Alitalia ed ora prossimo al termine della mobilita' e senza prospettive di occupazione cui si aggiungeranno i nuovi esuberi annunciati, ANPAC, AVIA ed ANPAV, hanno richiesto al Ministro Lupi ''l'apertura di un tavolo congiunto con il Ministero del Lavoro mirato all'istituzione di una sorta di Ufficio di collocamento della gente dell'aria che gestisca la ricollocazione di piloti ed assistenti di volo''.

Dal prossimo martedi' iniziera' un serrato confronto - aggiungono ANPAC, AVIA ed ANPAV - ''che auspichiamo sia concretamente focalizzato sulle problematiche aziendali e veda la partecipazione contestuale e attiva di tutte le parti legittimamente coinvolte e rappresentative del personale aziendale, senza improprie e intempestive derive volte ad anticipare la discussione di un contratto collettivo nazionale dei vettori''.

E' stato confermata la volonta' aziendale, ampiamente supportata dalla mediazione ministeriale, di gestire la trattativa in modo equilibrato e partecipativo.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa