lunedì 23 gennaio | 02:02
pubblicato il 03/feb/2014 08:43

Alitalia: intesa in discesa con Etihad

Alitalia: intesa in discesa con Etihad

(ASCA) - Roma, 3 feb 2014 - La trattativa tra Alitalia e sindacati che riprende questo pomeriggio entra in una fase cruciale dopo l'annuncio di ieri di una intesa tra la compagnia ex di bandiera ed Etihad per avviare la fase finale della due diligence per un ingresso del vettore degli Emirati nel capitale del gruppo italiano. In un comunicato congiunto infatti, James Hogan, presidente e ceo di Etihad, e Gabriele Del Torchio, amministratore delegato di Alitalia, hanno spiegato che entro i prossimi 30 giorni le due compagnie con i rispettivi advisor ''definiranno come sviluppare una strategia comune per soddisfare gli obiettivi di entrambe le parti''. Il comunicato aggiunge poi che ''eventuali problematiche che potrebbero impedire la creazione di un adeguato business plan dovranno essere risolte per garantire l'implementazione di un piano che possa portare Alitalia ad una redditivita' sostenibile''. Quest'ultimo punto riguarda direttamente la trattativa tra sindacati e Alitalia sul nuovo Piano industriale che prevede 1900 esuberi. Un accordo sulla gestione di tali esuberi e' infatti necessario per finalizzare l'alleanza tra Alitalia ed Etihad. E da qui si partira' oggi pomeriggio, dopo che l'ostacolo maggiore, quello della Cigs a zero ore, in un primo tempo annunciato dalla compagnia ex di bandiera, per circa 400 dipendenti, e' stato poi rimosso nell'incontro di sabato scorso. Del Torchio, in una dichiarazione di ieri, ha infatti giudicato l'intesa di sabato scorso, che al posto della Cigs a zero ore apre all'utilizzo della Cigs a rotazione e di contratti di solidarieta', come l'eliminazione del principale ostacolo a un accordo complessivo con i sindacati, che da parte loro hanno sempre antemposto l'individuazione di un partner industriale al via libera sul Piano industriale. Per Lufthansa il progetto Alitalia-Ethiad si configurebbe come una forma di aiuto di Stato. ''Respingiamo le sovvenzioni a ripetizione e le nazionalizzazioni parziali delle compagnie aeree europee, indipendentemente dal fatto che provengano da stati comunitari e da sati o societa' pubbliche al di fuori dell'Unione'' scrive il vettore tedesco in una nota. Lufthansa fa ''appello alla Commissione europea affinche' eviti queste tattiche evasive'' delle regole della concorrenza. Immediata la risposta del ministro dei Trasporti e Infrastrutture Maurizio Lupi: ''L'allarme di Lufthansa per il possibile accordo con Etihad conferma che Alitalia e' sulla strada giusta. Aiuti di Stato? Aggiramento mascherato delle regole della concorrenza? Sembra piuttosto Lufthansa quella che teme la concorrenza. E' in atto una trattativa tra privati''. ''Al governo italiano, come al governo di ogni Paese - aggiunge Lupi -, spetta la politica nazionale delle infrastrutture, e in questo senso sta solo facendo il suo dovere auspicando a livello politico che l'accordo vada in porto. Non permetteremo che si continui a usare l'Unione europea come alibi per bloccare, in questo caso si', la concorrenza nel comparto aereo''. ''Capiamo il fastidio di Lufthansa nel veder crescere un concorrente a livello europeo e mondiale - conclude Lupi -, ma non possiamo accettare che si usi l'Europa per impedire che l'Italia giochi il suo ruolo in un settore strategico per il nostro paese''. int/ sen/sam/

 

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4