sabato 03 dicembre | 11:21
pubblicato il 25/lug/2014 12:17

Alitalia: Fit-Filt-Ugl, referendum e' abrogativo. Accordo valido

(ASCA) - Roma, 25 lug 2014 - Il referendum sull'integrativo contentente il taglio del costo del lavoro di Alitalia non ha raggiunto il quorum, ma essendo una consultazione abrogativa, l'accordo firmato da Filt Cgil, Fit Cisl e Ugl e' valido. Lo affermano in una nota congiunta i sindacati firmatari dell'accordo. I sindacati specificano che su 3.555 votanti hanno dato parere favorevole alle intese in 3.022. ''Trattandosi di referendum abrogativo - spiegano Fit Cisl, Filt Cgil e Ugl -, sulla base delle regole dell'accordo sulla rappresentanza, resta confermata la validita' degli accordi''. Secondo le tre organizzazioni sindacali di categoria ''i tempi stretti e l'invito alla non partecipazione al voto da parte di Uil non hanno consentito il raggiungimento del 50% +1 degli aventi diritto. In poco meno di 36 ore era quasi impossibile raggiungere il quorum. Ma - spiegano - nonostante le oltre mille persone in CIGS a zero ore, e quindi non in servizio, il periodo estivo e quindi feriale, la oggettiva difficolta' per il personale navigante e turnista, il numero dei votanti indica la volonta' dei lavoratori di partecipare e di confermare la validita' degli accordi. Rimane agli atti il comportamento assurdo di chi lo ha richiesto e poi non ha partecipato al voto, come nel caso della Uil e dei sindacati autonomi gregari''. ''Abbiamo chiesto ai lavoratori di pronunciarsi sugli accordi - sottolineano Filt, Fit e Ugl TA - e abbiamo registrato una convinta partecipazione e la condivisione responsabile di accordi sofferti e onerosi, che trovano la loro ragione nella disastrosa situazione di Alitalia e nel rischio non ancora scongiurato di fallimento. Eravamo obbligati a farlo entro il 25 luglio e solo chi ha giocato con estrema leggerezza sui rischi che corre l'impresa - evidenziano i sindacati - poteva immaginare di far ricadere sui sindacati e sui lavoratori la responsabilita' di un eventuale fallimento''. Per Filt, Fit e Ugl TA infine ''adesso tocca all'Assemblea dei soci decidere sia sulla continuita' aziendale che sull'ingresso di Etihad''. Tarlazzi (Uilt): referendum non valido per mancanza quorum. Il referendum sull'accordo integrativo contenente il taglio del costo del lavoro in Alitalia non e' valido perche' il quorum non e' stato raggiunto. Lo spiega il segretario generale della Uilt, Claudio Tarlazzi, in una nota. ''Su un totale di 13.190 lavoratrici e lavoratori aventi diritto al voto, 3.555 sono stati i votanti, raggiungendo una percentuale pari al 26,95% - ha detto Tarlazzi -. Sulla base del Testo unico sulla Rappresentanza del 10 gennaio 2014, il Referendum in Alitalia non e' valido''. sen/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari