sabato 10 dicembre | 23:18
pubblicato il 11/giu/2014 16:34

Alitalia: Anpac/Anpav/Avia, serve tavolo con tutti senza scorciatoie

Alitalia: Anpac/Anpav/Avia, serve tavolo con tutti senza scorciatoie

(ASCA) - Roma, 11 giu 2014 - I margini del negoziato per Alitalia ''sono sottili'' ed e' ''imperativo che si seguano senza scorciatoie le prescrizioni di legge'' in un tavolo ''con tutti gli attori negoziali''. E' quanto sottolineano i sindcati dei piloti e degli assistenti di volo Anpac, Anpav ed Avia in un comunicato congiunto diffuso mentre e' in corso l'incontro tra governo e sindacati confederali.

''E' sempre apprezzabile la generosa disponibilita' al dialogo offerta dal Ministero dei Trasporti - scrivono - anche se talvolta rischia l'eterogenesi dei fini, infatti la vicenda Alitalia e' una maratona e gli sprint dunque inutili; la cosiddetta ''lettera'' di Etihad e' un voluminoso tomo, nella migliore tradizione anglosassone, che poco lascia alla libera interpretazione. Sono ancora numerosi i passaggi obbligati ed i nodi da sciogliere anche in ambito comunitario, improbabile che si dica la parola fine prima di novembre''.

Gli esuberi strutturali dichiarati ieri dall'A.D. Del Torchio, secondo le tre sigle sindacali, ''erano dati grossolanamente noti da mesi anche ai ''negazionisti'' che oggi si sbracciano in ipocrisie mediatiche e dichiarazioni di guerra''.

''I margini negoziali sono sottili'' proseguono ''e' imperativo che si seguano senza scorciatoie le prescrizioni di legge, quelle che giuristi ben piu' accorti di noi imposero per regolamentare le crisi aziendali con criteri che scongiurassero la macelleria sociale''.

''Siamo convinti - concludono Anpac, Anpav ed Avia - che il Governo sapra' ben fare la sua parte per dare massima copertura agli ammortizzatori sociali ed alle azioni di ricollocazione, ma e' al tavolo aziendale che bisogna agire per garantire il futuro a chi rimane e l'opportunita' di rientro per chi oggi venisse espulso. E' solo a quel tavolo che si condividono con tutti gli attori negoziali, congiuntamente, modalita', quantita' e qualita'.

Sovraesposizioni e luci della ribalta, in questa delicata fase, non tutelano l'interesse dei dipendenti Alitalia''.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina