martedì 21 febbraio | 15:30
pubblicato il 23/lug/2014 15:44

Alcoa: ipotesi Klesh in stallo. Fim, stringere con Glencore

(ASCA) - Torino, 23 lug 2014 - Per Alcoa sembra allontanarsi l'ipotesi del gruppo svizzero Klesh e ora i sindacati chiedono di stringere sull'alternativa anglo-svizzera Glencore con la quale si tentera' nei prossimi giorni un memorandum d'intesa. E' quanto e' emerso dopo l'incontro appena conclusosi al Mise tra Fim, Fiom, Uilm, il vice Ministro dell'economia Claudio De Vincenti, il presidente della regione Sardegna, Francesco Pigliaru.

''Con Klesh il negoziato e' in una fase di totale stallo - dichiara Marco Bentivogli, segretario nazionale fim-Cisl - ad oggi avrebbe dovuto presentare un piano finanziario contenente le disponibilita' sul capitale circolante contenuto nel piano e la lettera d'incarico a Pechiney per la validazione del restarting dello stabilimento, ad oggi nulla di cio' e' pervenuto''.

Con Glencore, aggiunge Bentivogli, il confronto e' in corso di approfondimento sulla pluralita' degli strumenti (super e normale interrompibilita', contratto bilaterale decennale con un primario gestore di energia indicizzato al prezzo del carbone, dell'LME, o entrambi gli indicatori) che assicurino un costo dell'energia che garantisca la competitivita' dello stabilimento, la realizzazione di un contratto di sviluppo sullo smelter (la fonderia, NdR), che con il contributo di Invitalia agevoli il restarting dello stabilimento.

''Anche con Glencore - dichiara il sindacalista - la trattativa e' in una fase delicata e nei prossimi giorni si tentera' di gettare le basi per costruire un memorandum understanding che garantisca da un lato le condizioni di offerta e dall'altro una lettera d'intenti da parte di Glencore che avvii il negoziato con Alcoa e l'ipotesi di contratto bilaterale per l'erogazione dell'energia. Alcoa - prosegue Bentivogli - continua a confermare di aver accolto gia' due proroghe per la tenuta in manutenzione degli impianti, noi continuiamo a ribadire la necessita' di non deteriorare gli impianti assicurandone una minore copertura manutentiva che pregiudicherebbe, operativita' e onerosita' del restarting. Mercoledi' 29 luglio e' stata convocata presso il Ministero dello Sviluppo Economico, la task force, con Fim,Fiom,Uilm, Regione Sardegna, Presidenza del Consiglio, Ministro del Lavoro, per proseguire il confronto sull'evoluzione del negoziato.

com-eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia