lunedì 20 febbraio | 19:42
pubblicato il 28/ott/2013 17:08

Alcoa: Fim-Cisl, pronta a riaprire negoziato con Klesh su Portovesme

(ASCA) - Roma, 28 ott - ''Si e' appena concluso l'incontro al MiSE sulla vertenza Alcoa, relativamente alle nostre richieste il Sottosegretario De Vincenti ci ha comunicato la disponibilita' ufficiale di Alcoa a riaprire il negoziato per la cessione dello stabilimento di Portovesme con Klesch.

Disponibilita' che in questi mesi si era interrotta dal mese di giugno''. Lo annuncia il segretario nazionale della Fim Cisl Marco Bentivogli ricordando che Klesch ''al momento e' l'unico soggetto che ha presentato un offerta di acquisto dell'impianto''.

''Sembrano risolte - aggiunge - le garanzie reciproche relative all'impiego esclusivo delle risorse attraverso il passaggio delle stesse attraverso la Sfirs, finanziaria della Regione Sardegna, che fara' da garanzia sull'impiego delle risorse necessarie alla realizzazione del piano industriale''.

Secondo Bentivogli ''e' opportuno che sia al piu' presto reso noto e avviato il confronto sul piano industriale di Klesch e che la fase negoziale conclusiva e approfondita si avvii urgentemente. Le due aziende nomineranno di comune accordo un advisor che validi il piano a valle del confronto sindacale e sia da garante terzo rispetto alle parti. Sugli ammortizzatori sociali abbiamo chiesto che venga ritirata la procedura di mobilita'' e che sia prorogata la cassa. Alcoa, secondo il mise, sembra disponibile e abbiamo ottenuto che il 31 ottobre si incontrera' al Ministero del Welfare per la proroga della Cigs e il ritiro della mobilita'. E' decisivo che siano assicurati a tutti i lavoratori dell'indotto nel lungo periodo e bloccare i licenziamenti avviati in questi giorni. Su questo tema la regione Sardegna ha convocato le parti per il 4 e il 6 novembre''.

''Va concretizzato quanto previsto dal piano Sulcis - prosegue - e dei progetti in esso contenuti. A questo proposito e' deprecabile la totale inadempienza della regione Sardegna per quanto riguarda le infrastrutture e la portualita' e le bonifiche. Elementi pre-condizione per qualsiasi investitore per arrivare nel Sulcis. Il Governo ci ha confermato per il 13 novembre la convocazione del coordinamento interistituzionale con MiSE e Ministero Coesione Sociale in cui verra' annunciato il piano strategico di Invitalia e la zona franca urbana, a cui seguira' confronto sindacale.

L'incontro per fare il punto sulla cessione verra' convocato entro la fine di novembre e chiediamo venga svolto con la presenza delle direzioni aziendali di Alcoa e Klesch''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Consumi
Cresce la fiducia, 1 italiano su 5 pronto a fare acquisti
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia