domenica 11 dicembre | 09:56
pubblicato il 03/gen/2014 09:39

Agroalimentare: Coldiretti, export 2013 da record. Vale 33 mld

Agroalimentare: Coldiretti, export 2013 da record. Vale 33 mld

(ASCA) - Roma, 3 gen 2014 - Record storico per il valore delle esportazioni di prodotti agroalimentari italiani che, trainate dal vino, nel 2013 hanno raggiunto il massimo di sempre, arrivando a quota 33 miliardi di euro. E' quanto emerge - riferisce una nota - da una analisi Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al commercio estero. La maggior parte delle esportazioni - sottolinea Coldiretti - interessa i paesi dell'Unione europea per un valore stimato di 22,5 miliardi (+5 per cento), ma il Made in Italy cresce anche negli Stati uniti con 2,9 miliardi (+6 per cento), nei mercati asiatici (+8 per cento, 2,8 miliardi) e su quelli africani dove si e' avuto un incremento del 12 per cento, arrivando a quota 1,1 miliardi. Il miglior risultato e', pero', quello che viene dall'Oceania, con un +13 per cento, anche se l'importo e' contenuto. A livello generale, l'aumento dell'export rispetto allo scorso anno e' stato del 6 per cento. Tra i principali settori del Made in Italy, il prodotto piu' esportato si conferma il vino, con 5,1 miliardi (+8 per cento) davanti all'ortofrutta fresca (4,5 miliardi di euro) che cresce del 6 per cento, mentre l'olio che fa segnare un +10 per cento che porta il valore complessivo a 1,3 miliardi.

Aumenta pure la pasta che rappresenta una voce importante del Made in Italy sulle tavole straniere con 2,2 miliardi (+4 per cento). Analizzando le performance dei prodotti nei singoli stati si scoprono aspetti sorprendenti - evidenzia Coldiretti - a partire del successo del vino tricolore in casa degli altri principali produttori, con gli acquisti che crescono in Francia (+11 per cento), Stati Uniti (+8 per cento), Australia (+21 per cento) e nel Cile (+66 per cento). Lo spumante tricolore si afferma in Cina (+101 per cento) ma anche in Gran Bretagna (+50 per cento) e in Russia (+31 per cento), ma va forte anche la birra che conquista i paesi nordici, dalla Germania (+66 per cento), alla Svezia (+19 per cento), fino all'Olanda (+9 per cento). ''Il record fatto registrare dall'export e' il frutto del lavoro di un tessuto produttivo ricco, capillare, che coinvolge milioni di uomini e che rende l'Italia competitiva anche all'interno dei processi di mondializzazione dell'economia e delle idee'', dichiara il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, nel sottolineare che ''ora occorre difendere questo patrimonio, portando sul mercato il valore aggiunto della trasparenza e dando completa attuazione alle leggi nazionale e comunitaria che prevedono l'obbligo di indicare in etichetta l'origine degli alimenti''. All'estero - stima infatti Coldiretti - il falso Made in Italy a tavola fattura 60 miliardi di euro e sono falsi due prodotti alimentari di tipo italiano su tre.

com-stt/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina