lunedì 16 gennaio | 22:48
pubblicato il 26/set/2014 12:27

Agrinsieme: tavolo per rilanciare export ortofrutta

Imprese e Coop danneggiate da embargo della Russia (ASCA) - Roma, 26 set 2014 - "Un tavolo ortofrutticolo che coinvolga istituzioni nazionali e organizzazioni di categoria per rilanciare con forza le esportazioni di questo settore che conta davvero tanto nel nostro sistema agricolo e che rappresenta la prima voce del nostro export. Un primato che dobbiamo consolidare aumentando ancora di piu' la nostra vocazione internazionale". E' questa la richiesta della filiera ortofrutticola italiana rappresentata da Agrinsieme (Cia, Confagricoltura, Fedagri Confcooperative, Legacoop Agroalimentari e AGCI Agrital) presentata al governo e alle Istituzioni nel corso del convegno organizzato oggi dal Coordinamento al Macfrut di Cesena nel convegno: "Oltre i confini. L'ortofrutta italiana in giro per il mondo".

Agrinsieme ricorda che in Italia si coltivano prodotti ortofrutticoli su circa 850 mila ettari, con un'amplissima diversificazione. La quantita' di prodotto e' superiore ai 16 milioni di tonnellate. Nel 2013, rispetto al 2012, la produzione di frutta e' aumentata del 6,26%, mentre il comparto e' sceso dello 0,35%, in linea con l'agricoltura nel suo complesso, di cui rappresenta il 25%. L'ortofrutta (fresca e trasformata) e' la prima voce, in valore, dell'export agroalimentare del nostro Paese, con piu' 7 miliardi e 300 milioni di euro, pari al 22% del totale.

Agrinsieme ricorda che l'Europa esporta ogni anno in Russia 12 miliardi di prodotti agroalimentari, di cui il 17 per cento e' costituito dall'ortofrutta fresca. L'Italia esporta per un valore di 700 milioni di euro, di cui l'ortofrutta rappresenta il 10,50 per cento. E' importante, dunque, a parere di Agrinsieme aprire nuovi mercati, perche' e' un asset strategico del nostro sistema agroalimentare e perche' comunque "giocare su piu'" tavoli, con piu' possibilita' di esportare su mercati diversi, aumenta il nostro potere contrattuale. Una delle strade da percorrere e' quella degli accordi bilaterali che sono una grande opportunita' per creare corridoi commerciali e doganali vantaggiosi per l'export agricolo.

Red-Mlp

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Fca
Fca, Berlino: richiamare Jeep Renegade, Fiat 500 e Doblò
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello