domenica 04 dicembre | 05:06
pubblicato il 10/set/2014 18:57

Agrinsieme: misure straordinarie per fronteggiare embargo russo

Adeguate risorse finanziarie al di fuori budget agricolo (ASCA) - Roma, 10 set 2014 - "Le tensioni di politica internazionale vanno affrontate con misure straordinarie. Il fondo di crisi e' stato concepito per affrontare le emergenze di mercato ed e' pertanto uno strumento inadeguato oltre che insufficiente in termini di dotazione finanziaria. L'embargo russo sta pesando notevolmente sul settore agricolo europeo e richiede interventi adeguati". Lo ha sottolineato il presidente della Confederazione italiana agricoltori, Dino Scanavino intervenendo oggi, in rappresentanza di Agrinsieme, all'audizione presso la commissione Agricoltura della Camera sulle priorita' per il settore agroalimentare del semestre italiano di presidenza della Ue.

Il coordinamento tra Confagricoltura, Cia e Alleanza delle Cooperative agroalimentari auspica che "il Consiglio informale dei ministri dell'Agricoltura europea, che si terra' a Milano dal 28 al 30 settembre, definisca la concreta disponibilita' all'individuazione di adeguate risorse finanziarie al di fuori del budget agricolo per fronteggiare l'embargo. In questo senso saranno opportuni gli interventi del premier Renzi e del ministro Martina".(Segue) Red/Gab

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari