sabato 21 gennaio | 03:26
pubblicato il 01/mar/2013 17:08

Agricoltura: Cia, settore paga effetto Imu e maltempo

(ASCA) - Roma, 1 mar - L'agricoltura paga pesantemente i costi record sui campi, l'effetto devastante dell'Imu e le conseguenze disastrose del maltempo: tutti fattori negativi che hanno portato a una preoccupante inversione di tendenza nel settore primario. Una situazione estremamente difficile che l'incertezza del dopo voto rischia di aggravare ulteriormente. E' quanto afferma la Cia (Confederazione italiana agricoltori) in merito ai dati del Pil diffusi oggi dall'Istat. Sotto i colpi degli oneri (produttivi, contributivi e burocratici) che le aziende agricole sono costrette ad affrontare, il valore aggiunto del settore - ricorda la Cia - e' diminuito nel 2012 del 4,4 per cento. E in questo, la grande vitalita' delle imprese, dimostrata nonostante la crisi, e' stata fiaccata sempre piu' negli ultimi mesi. Per gli imprenditori agricoli e' una continua corsa in salita.

Occorrono misure efficaci in tempi brevi e soprattutto una strategia che guardi seriamente all'agricoltura e all'agroalimentare. Un sistema che ha tutte le potenzialita' per contribuire alla crescita del Paese. La situazione delle aziende agricole - aggiunge la Cia - e' tornata a essere critica anche a causa del maltempo. La siccita' ha avuto effetti pesantissimi in molti settori produttivi. Ecco perche' si auspica una soluzione all'attuale incerta situazione politica e che il nuovo Governo e il nuovo Parlamento affrontino in maniera concreta i problemi della nostra agricoltura. Non e' pensabile di disperdere una risorsa fondamentale per riprendere la via dello sviluppo e della competitivita'. Oggi gli agricoltori italiani - conclude la Cia - sono costretti a operare in un contesto carico di ostacoli. Per comprendere la delicatezza del momento e' sufficiente soffermarsi sugli effetti devastanti che stanno provocando Imu e 'caro-gasolio' sulle aziende, sempre piu' oberate dai costi che riducono l'azione sui mercati, comprimono gli investimenti innovativi e frenano qualsiasi slancio imprenditoriale. com/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4