martedì 21 febbraio | 23:03
pubblicato il 11/feb/2015 19:55

Agricoltori in presidio permanente al Pirellone per prezzo latte

A 35 centesimi/litro non si pagano neanche costi produzione

Agricoltori in presidio permanente al Pirellone per prezzo latte

Milano (askanews) - Agricoltori provenienti dalla Lombardia, ma anche da Emilia

Romagna, Piemonte e Veneto in piazza a Milano a bordo dei loro trattori per la protesta indetta da Copagri contro il taglio del prezzo del latte pagato agli allevatori, pari a circa 35 centesimi al litro a fronte di costi di produzione di circa 45 centesimi, ma anche contro l'Imu sui terreni agricoli.

Dopo un incontro nel pomeriggio con il prefetto Tronca, gli agricoltori si sono riuniti con una decina di trattori davanti a Palazzo Pirelli dove è stato allestito un presidio permanente in attesa di essere ricevuti dal presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, e in vista dell'arrivo a Milano, settimana prossima, del

ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina. Il presidente di Copagri Lombardia, Roberto Cavaliere.

Itw 3 0.46-1.13

"Abbiamo deciso di rimanere in presidio permanente. Smobiliteremo quando avremo delle risposte concrete dal presidente Maroni e dal ministro Martina. Ma credo che anche il presidente Renzi debba accorgersi che c'è un mondo agricolo che soffre ed è stato dimenticato dalla politica e dalle istituzioni".

Ad ascoltare le ragioni degli agricoltori si sono presentati i consiglieri regionali Maria Teresa Baldini del gruppo misto e i leghisti Foroni e Romeo che hanno annunciato una mozione urgente da portare già martedì prossimo in Consiglio per aprire un tavolo di confronto con tutti gli attori coinvolti nella filiera del latte con l'obiettivo di alzare il prezzo pagato agli allevatori.

Altrimenti il rischio è quello di una crisi irreversibile del settore che non sarebbe un bel biglietto da visita con un'Esposizione Universale incentrata proprio sul tema

dell'alimentazione ormai alle porte.

Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia