giovedì 08 dicembre | 05:13
pubblicato il 24/apr/2014 13:34

Agenzia entrate: la 'soglia' arriva a 15 mila euro

Agenzia entrate: la 'soglia' arriva a  15 mila euro

(ASCA) - Roma, 24 apr 2014 - Dal 2014 per le operazioni da e verso l'estero si alza da 10 a 15mila euro la soglia che fa scattare l'obbligo per gli intermediari finanziari di inviare la comunicazione all'Amministrazione finanziaria. Con il provvedimento firmato oggi dal direttore dell'Agenzia delle Entrate, infatti, la comunicazione diventa necessaria solo per importi pari o superiori a 15mila euro, in linea con la normativa antiriciclaggio, sia che si tratti di un'operazione unica, sia che si tratti di piu' operazioni tra loro collegate per realizzarne una frazionata. Il provvedimento, inoltre, detta il calendario del nuovo invio e introduce in via amministrativa nuove causali, che mandano in soffitta quelle valutarie statistiche (Cvs), ormai obsolete. Saranno, infatti utilizzate, per la comunicazione dei trasferimenti da e per l'estero, le causali gia' adottate dagli operatori finanziari per l'Archivio Unico Informatico.

Gli intermediari finanziari sono tenuti a comunicare i dati relativi ai trasferimenti da o verso l'estero di denaro e altri mezzi di pagamento, anche se eseguiti attraverso movimentazione di conti, per importi pari o superiori a 15mila euro. Si tratta di tutte le operazioni acquisite dall'Aui (Archivio unico informatico) in base alla normativa antiriciclaggio. Viene, quindi, eliminato il precedente obbligo di comunicazione, previsto dal provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate del 28 luglio 2003, che fissava la soglia a 10mila euro.

Nulla cambia, invece, per quanto riguarda i soggetti coinvolti. Gli intermediari finanziari dovranno comunicare, infatti, le operazioni eseguite per conto o a favore di persone fisiche, enti non commerciali, societa' semplici e associazioni equiparate. Gli intermediari, in particolare, dovranno indicare nella comunicazione la data, la causale, l'importo, la tipologia dell'operazione, i mezzi di pagamento e i dati identificativi del soggetto che effettua l'operazione e del soggetto per conto del quale eventualmente opera.

Le novita' introdotte dal provvedimento di oggi riguardano le operazioni effettuate a partire dal 2014, mentre per quelle realizzate nel 2013 valgono le vecchie regole previste dal provvedimento del 28 luglio 2003. La comunicazione dovra' essere effettuata annualmente e trasmessa entro il termine per la presentazione della dichiarazione del sostituto d'imposta. Entro il 31 dicembre 2014 sara' disponibile il tracciato record ed entro il 31 marzo 2015 il software di comunicazione.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni