martedì 06 dicembre | 14:03
pubblicato il 11/ott/2013 14:15

Africa: Prodi, Italia attiva nel nord ma 'dimenticato' area subsahariana

Africa: Prodi, Italia attiva nel nord ma 'dimenticato' area subsahariana

(ASCA) - Roma, 11 ott - ''Cifre alla mano l'Italia ha dimenticato il subsahara'', quell'area del continente africano situata a sud del deserto del Sahara. Lo afferma Romano Prodi, inviato speciale del Segretario generale dell'Onu per il Sahel e gia' presidente del Consiglio e della Commissione Ue, intervenendo alla tavola rotonda su 'Il momento dell'Africa', organizzata dalla Societa' Geografica Italiana.

L'appuntamento e' stata l'occasione per presentare il CRA, Centro per le Relazioni con l'Africa, un organismo nato su iniziativa di esponenti del mondo della cultura e dell'impresa per rispondere all'esigenza manifestata da politici e operatori economici, africani ed italiani, di approfondire la conoscenza e gli scambi di comune interesse.

Nel nord dell'Africa, nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, spiega Prodi, ''siamo insieme all'Unione europea e - pur in un momento di fortissima crisi di identita' politica - abbiamo con essi rapporti politici forti. Nei paesi delle cosiddette 'primavere arabe' - continua - l'Italia e' il primo o il secondo esportatore''.

Al di sotto del Sahara invece, puntualizza Prodi, ''manca la presenza di una struttura organizzativa del nostro Paese.

Certo, ci sono ONG, iniziative individuali, piccole imprese ma manca un inizio sistemico di presenza. Mancano le grandi imprese, le piccole non ce la fanno a strutturarsi''.

Prodi nota come ci sia ora ''una attrazione fatale per i mercati di Cina, di Russia'', con la presenza di quelle che vengono chiamate multinazionali tascabili. ''Si trova la forza per andare nei mercati della Russia, dell'Asia - dice l'ex premier - mentre non si rileva la necessita' di andare sul mercato africano''.

Prodi chiede ''un esame di coscienza perche' abbiamo le caratteristiche adatte per quel mercato, dove possiamo avere grande successo. Siamo i soli al mondo per esempio ad avere un'ampia offerta di prodotti per l'irrigazione. Prodotti che adattano alla diversita' delle varie situazioni''. fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
L.Bilancio
L.Bilancio, Dijsselbloem: ora impossibile chiedere misure extra
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Mantegna contro Margherita: la pizza cambia nome e si veste d'arte
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Luci di Natale: come smaltire quelle vecchie e tutelare l'ambiente
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni