martedì 24 gennaio | 10:07
pubblicato il 15/ott/2013 19:43

Aerospazio: Mauro, governo concentrato per recupero competitivita' Itali

(Asca) - Roma, 15 ott - ''Il governo Letta e' concentrato nel recupero della competitivita' dell'Italia'' e scommette '' su questo, cioe' sull'affermare che la destinazione su cui puntare e' l'Italia''. Lo ha dichiarato il ministro della difesa Mario Mauro, intervenuto oggi a Roma in apertura dei lavori del seminario ''Responsabilita' e sicurezza: la cooperazione scientifica e tecnologica Italia-Stati Uniti nell'industria aerospaziale'' in occasione della Trade mission dello Stato del Connecticut ed in collaborazione con Diplomacy, Festival della diplomazia giunto alla quarta edizione in corso di svolgimento tra Roma e Spoleto.

''Siamo il ponte naturale tra Europa ed Usa - ha aggiunto Mauro -. L'Europa ha ancora una grande ricchezza ma soffre e necessita un recupero di competitivita'. Le scelte politiche devono puntare su questa scommessa, sulle future generazioni, su universita' e ricerca. Abbiamo per questo ottenuto che nel prossimo Consiglio europeo di difesa di dicembre si punti alle tecnologie aerospaziali duali'' guardando ''all'integrazione dei sistemi universitari e alla possibilita' di volgere i fondi Ue verso la ricerca nei settori della difesa e dell'aerospazio''. Anche il capo di stato maggiore dell'aeronautica, Pasquale Preziosa, ha ricordato il ruolo di ''ponte'' dell'Italia negli scambi tra Europa ed Usa, ''non come scelta ma come necessita''' per un settore, la difesa, che ''vale secondo un recentissimo studio Ambrosetti'' una capacita' di aggregazione pari a 3,56 punti di pil, ''cioe' produce 3 euro e mezzo per ogni euro investito''. E' intervenuto poi l'amministratore delegato di Alenia Aermacchi, Giuseppe Giordo, che ha ricordato il ruolo primario dell'industria italiana nel programma Boeing 787 segnalando poi come il vecchio continente veda nel settore aerospaziale e difesa ''la presenza dei due giganti Airbus e Bae Systems, con Finmeccanica in mezzo che svolge un ruolo di collaborazione e di scambio tra Europa ed Usa e non contrario come invece fa l'industria francese''. In conclusione il presidente dell'Aiad, l'associazione italiana delle industrie della difesa, Remo Pertica, ha reso noto che venti progetti di pmi italiane sono stati selezionati per una successiva fase di sviluppo dall'agenzia per la ricerca dell'Usaf e che analoghe iniziative sono programmate con gli enti di ricerca della marina e dell'esercito statunitensi.

gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4