giovedì 08 dicembre | 17:43
pubblicato il 15/ott/2013 19:43

Aerospazio: Mauro, governo concentrato per recupero competitivita' Itali

(Asca) - Roma, 15 ott - ''Il governo Letta e' concentrato nel recupero della competitivita' dell'Italia'' e scommette '' su questo, cioe' sull'affermare che la destinazione su cui puntare e' l'Italia''. Lo ha dichiarato il ministro della difesa Mario Mauro, intervenuto oggi a Roma in apertura dei lavori del seminario ''Responsabilita' e sicurezza: la cooperazione scientifica e tecnologica Italia-Stati Uniti nell'industria aerospaziale'' in occasione della Trade mission dello Stato del Connecticut ed in collaborazione con Diplomacy, Festival della diplomazia giunto alla quarta edizione in corso di svolgimento tra Roma e Spoleto.

''Siamo il ponte naturale tra Europa ed Usa - ha aggiunto Mauro -. L'Europa ha ancora una grande ricchezza ma soffre e necessita un recupero di competitivita'. Le scelte politiche devono puntare su questa scommessa, sulle future generazioni, su universita' e ricerca. Abbiamo per questo ottenuto che nel prossimo Consiglio europeo di difesa di dicembre si punti alle tecnologie aerospaziali duali'' guardando ''all'integrazione dei sistemi universitari e alla possibilita' di volgere i fondi Ue verso la ricerca nei settori della difesa e dell'aerospazio''. Anche il capo di stato maggiore dell'aeronautica, Pasquale Preziosa, ha ricordato il ruolo di ''ponte'' dell'Italia negli scambi tra Europa ed Usa, ''non come scelta ma come necessita''' per un settore, la difesa, che ''vale secondo un recentissimo studio Ambrosetti'' una capacita' di aggregazione pari a 3,56 punti di pil, ''cioe' produce 3 euro e mezzo per ogni euro investito''. E' intervenuto poi l'amministratore delegato di Alenia Aermacchi, Giuseppe Giordo, che ha ricordato il ruolo primario dell'industria italiana nel programma Boeing 787 segnalando poi come il vecchio continente veda nel settore aerospaziale e difesa ''la presenza dei due giganti Airbus e Bae Systems, con Finmeccanica in mezzo che svolge un ruolo di collaborazione e di scambio tra Europa ed Usa e non contrario come invece fa l'industria francese''. In conclusione il presidente dell'Aiad, l'associazione italiana delle industrie della difesa, Remo Pertica, ha reso noto che venti progetti di pmi italiane sono stati selezionati per una successiva fase di sviluppo dall'agenzia per la ricerca dell'Usaf e che analoghe iniziative sono programmate con gli enti di ricerca della marina e dell'esercito statunitensi.

gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Ocse
Ocse, superindice in lieve aumento a ottobre ma in Italia -0,04%
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni