martedì 28 febbraio | 00:03
pubblicato il 19/feb/2014 14:50

Aeroporti: Unioncamere, senza piccoli costi utenti per + 21,5 mln euro

Aeroporti: Unioncamere, senza piccoli costi utenti per + 21,5 mln euro

(ASCA) - Roma, 19 feb 2014 - Se venissero meno gli aeroporti italiani con traffico inferiore a 2 mln di passeggeri ci sarebbe uno spostamento di ricchezza dalle aree meno sviluppate a quelle piu' ricche, accentuando il divario economico e sociale gia' fortemente esistente nel nostro Paese. Considerando l'attrattivita' turistica, la chiusura di questi aeroporti metterebbe a rischio almeno parte dell'ammontare di entrate derivanti dalla spesa del turismo in arrivo, pari ad oltre 1 mld e 450 mln di euro. La spesa e' stimabile in oltre 500 mln di euro per i soli aeroporti con traffico inferiore a 1 milione di passeggeri l'anno. E' quanto emerge da uno studio curato per Unioncamere da Uniontrasporti-Iccsai, presentato oggi in occasione del convegno ''Aeroporti - La riscoperta'', organizzato in collaborazione con Capo Horn. Convengo cui hanno partecipato tra gli altri il presidente dell'Autorita' di regolazione dei trasporti Andrea Camanzi, il presidente dell'Enac Vito Raggio, Fulvio Cavalleri (vicepresidente di Assaeroporti), Enrico Marchi (presidente di Save). Lo studio si sofferma sui possibili effetti dell'introduzione a livello europeo di misure restrittive in tema di sussidi pubblici. Scelte che - a giudizio di Unioncamere - minacciano la sopravvivenza della stragrande maggioranza degli aeroporti italiani, e di societa' di gestione che in Italia, come in gran parte dei paesi europei (nello studio si riporta il caso della Germania) non possono stare in equilibrio senza un aiuto pubblico. Aiuto giustificato in Italia dall'esigenza primaria spesso anche di rendere raggiungibili territori e aree del paese che per orografia e assenza di infrastrutture possono confidare solo sull'aeroporto per sviluppare economia e societa' civile Chiudendo in Europa gli aeroporti minori (che rappresentano circa i due terzi degli scali con traffico di linea), circa 4,5 mln di persone subirebbero aumenti dei tempi medi di viaggio per raggiungere il resto del continente di oltre il 20%. In Italia, l'azzeramento dei voli in partenza e in arrivo nelle 23 strutture con meno di 1 mln di passeggeri provocherebbe - sottolinea Unioncamere - un aggravio dei costi per l'utenza stimato in 21,5 mln di euro nell'ipotesi ottimistica che la chiusura dei collegamenti di linea su ciascuno scalo non modifichi abitudini di volo dei passeggeri ma comporti solo un aumento del percorso di viaggio.

L'Italia, con i suoi 23 aeroporti che movimentano meno di un milione di passeggeri l'anno, non si discosta molto dalla situazione della Germania (che ha 17 aeroporti con meno di 1 milione di passeggeri e 18 con traffico superiore) e della Spagna (22 ''minori'' e 24 di taglia superiore).

''Ci troviamo di fronte ad uno scenario di cambiamenti del nostro sistema aeroportuale che produrranno sensibili effetti per le imprese'', ha detto il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello. ''Per quanto sia importante considerare l'aspetto della redditivita' delle strutture esistenti, nel caso degli aeroporti minori l'attuale disegno europeo ed italiano rischia di essere fortemente penalizzante, in quanto trascura gli effetti prodotti dal punto di vista sociale - maggiori vincoli alla liberta' economica, alla mobilita' delle persone, alla ripresa occupazionale - e ambientale''.

lcp/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech