mercoledì 22 febbraio | 07:33
pubblicato il 19/feb/2014 16:07

Aeroporti: Camanzi, c'e' una sola Autorita', la legge e' chiara

(ASCA) - Roma, 19 feb 2014 - ''La legge mi sembra piuttosto chiara, non c'e' il problema di chiarire i ruoli di due Autorita', perche' non ci sono due Autorita'''. Ad affermare l'unicita' dell'Autorita' di regolazione dei trasporti e' il suo presidente Andrea Camanzi intervenuto al convegno ''Aeroporti - La riscoperta'' organizzato da Unioncamere.

''Se governo e Parlamento hanno deciso di creare l'Autorita' dei Trasporti vuol dire - ha detto - che ritenevano che la regolazione fatta dal ministero attraverso enti o agenzie non fosse efficace e quindi hanno ritenuto di affidarla a un'autorita' indipendente'', anche per superare conflitti vista la presenza del pubblico in molte parti del settore. Nel comparto del trasporto aereo, con il recepimento della direttiva europea sui diritti aeroportuali - ha spiegato Camanzi - si e' superato il modello delle tariffe inserite nei contratti di programma per arrivare a un sistema di diritti armonizzato, basato sul confronto fra gestori e utenti aeroportuali, in un quadro di libera concorrenza. ''In questo contesto la legge attribuisce inequivocabilmente all'Autorita' poteri di regolazione economica nonche' di vigilanza''. ''L'Autorita' - ha aggiunto - fa da cornice regolatoria a monte e vigila sulla determinazione dei diritti e delle tariffe a valle. Questo dice la legge. Quindi e' l'Autorita' che approva i modelli tariffari, previo parere del Mit e del Mef''. ''Le proposte di modelli tariffari elaborate dall'Enac rappresentano un eccellente lavoro - ha detto Camanzi - e sono state trasmesse ai due ministeri per i pareri. Una volta approvati dall'Autorita', spettera' al gestore scegliere il modello'' e confrontarsi con l'Autorita' per verificare che il piano tariffario rispetti i modelli approvati. ''La velocita' ora e' nelle mani del gestore, questa e' la novita'''. La chiarezza dei compiti dell'autorita' fa si' che siano chiare anche le funzioni degli altri soggetti che operano nel settore. Cosi' nel caso di Enac, all'ente spettano le competenze in materia di concessioni aeroportuali, safety e security oltre a quelle tecniche previste dal codice della navigazione e dal dlgs istitutivo dell'Enac.

lcp/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia