mercoledì 18 gennaio | 06:10
pubblicato il 05/nov/2013 13:12

Aeroporti: Aci Europe, passeggeri in crescita nel terzo trim (+3,2%)

(ASCA) - Roma, 5 nov - Cresce globalmente del 3,2% il traffico passeggeri sugli aeroporti europei nel terzo trimestre di quest'anno. Secondo i dati diffusi da Aci Europe - associazione che rappresenta circa 450 scali in 44 Paesi europei e che ha monitorato l'andamento del traffico di linea su 173 aeroporti -, a crescere sono stati soprattutto gli scali non Ue (+8,8%) guidati da Turchia, Russia, Islanda e Norvegia, mentre quelli Ue hanno registrato un aumento dell'1,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il trasporto merci ha segnato un timido miglioramento (+0,9%) mentre i movimenti aerei sono rimasti piu' o meno stabili (+0,3%).

Nel raffronto con lo stesso periodo dello scorso anno, gli aeroporti con oltre 25 milioni di passeggeri annui (gruppo 1) sono cresciuti del 2,6%, quelli con traffico compreso tra 10 e 25 milioni (gruppo 2) hanno visto un aumento del 3,9%. Di segno positivo anche il dato globale degli scali con traffico compreso tra 5 e 10 milioni di passeggeri annui (gruppo 3, +2,6%) cosi' come quello degli aeroporti con traffico inferiore ai 5 milioni (gruppo 4, +4,2%). Dal raffronto tra i dati di settembre 2013 e quelli dello stesso mese dello scorso anno, emerge che nel gruppo 1 a crescere maggiormente e' stato lo scalo di Mosca Domodedovo (+10,6%), nel gruppo 2 l'aumento piu' alto si e' registrato sull'aeroporto di Istanbul SAW (+32,1%), nel gruppo 3 a primeggiare e' stato lo scalo di Varsavia (+24,9%), infine nel gruppo 4 l'aeroporto di Bucarest e' cresciuto piu' di tutti quelli della sua categoria (+78,5%). Categoria in cui rientra anche lo scalo di Roma Ciampino che si e' piazzato al terzo posto con una crescita del 41,4%. Il direttore generale di Aci Europe Olivier Jankovec, pur apprezzando il recupero del traffico passeggeri nel trimestre, osserva che resta un divario tra il sud Europa e il resto del continente. ''Spagna, Italia, Grecia e Cipro continuano a perdere passeggeri, sebbene a un ritmo piu' lento'', sottolinea Jankovec. ''Anche per le merci, i volumi sono cresciuti ma rimangono ancora sotto i livelli del 2010''.

lcp/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa