venerdì 20 gennaio | 00:46
pubblicato il 21/mar/2014 14:55

Acea: Adusbef, bollette ai utenti siano coerenti con i consumi

(ASCA) - Roma, 21 mar 2014 - Le bollette degli utenti, devono essere coerenti con i consumi effettuati. ''L'Acea sembra essere la societa' tre le piu' problematiche nei rapporti con i consumatori/utenti. Lo segnala l'Adusbef in un comunicato.

''Risulta - si legge - dalle segnalazioni raccolte dalle associazioni dei consumatori e dai provvedimenti sanzionatori di AGCOM (Antitrust) e dell'Autorita' per l'Energia e il Gas, su Acea Distribuzione per non aver reso disponibili i dati indispensabili alla corretta fatturazione da parte delle societa' di vendita (Acea Energia), pregiudicando il diritto dei clienti di ricevere una bolletta calcolata sui consumi effettivi e completa di tutte le informazioni, ed aver violato l'obbligo di mettere a disposizione delle societa' di vendita i dati di misura richiesti, con tempestivita' e con modalita' che permettano l'immediato utilizzo degli stessi ai fini di una corretta fatturazione (delibera ARG/com 202/09)''.

Ripetute volte - prosegue - ''e' stata accertata, per Acea distribuzione, l'inosservanza delle disposizioni volte a consentire il trasferimento di un segnale di prezzo dell'energia coerente con l'andamento reale dei propri prelievi/consumi, impedendo una piu' efficiente allocazione dei costi di approvvigionamento all'ingrosso ed un trattamento piu' equo di ogni consumatore, con l'adozione di provvedimenti prescrittivi in relazione all'obbligo di applicare il trattamento su base oraria a tutti i punti di prelievo in bassa tensione con potenza disponibile superiore a 55 kW, prova provata di tariffe fatturate su consumi presunti con quotidiani disservizi e danni arrecati nei confronti degli utenti''.

Secondo l'Associazione dei consumatori, '' l'Acea nel 94% dei casi non ha risposto ai reclami dei consumatori all'interno della Maggior Tutela e ha lasciato insolute fino al 66% delle segnalazioni di utenti del Libero Mercato, mentre sarebbero tra 13 mila e 62 mila i consumatori a cui sono stati attribuiti consumi calcolati sulla base di letture stimate e non effettive, con rilevati errori nella periodicita' della fatturazione e la mancata validazione delle autoletture in assenza di contatori elettronici''.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale